Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

La Super League dura 48 ore. Si ritira anche l'Inter, poi il comunicato dei club: "Riconsideriamo il progetto"

Inevitabile lo stop, dopo le minacce di non far partecipare i club "secessionisti" alle competizioni europee e nazionali

E' durata 48 ore la Super League che, nelle intenzioni di una dozzina di squadre di calcio europee tra cui Milan e Inter, avrebbe dovuto costituire un "campionato parallelo" d'eccellenza ed è stato subissato di critiche dal mondo stesso del calcio e anche da quello della politica. Uefa, Fifa e le federazioni nazionali si sono subito messe di traverso appellandosi ai valori di unità, solidarietà, inclusività dello sport e del calcio, ma anche minacciando i team: "Se procederete, sarete esclusi dalle competizioni nazionali, da quelle internazionali e i vostri giocatori non militeranno nelle formazioni Nazionali".

L'Inter rinuncia

Nel pomeriggio di martedì hanno dichiarato l'intenzione di sfilarsi, prima uno poi l'altro, i team inglesi (sei su dodici), anche per la ribellione aperta dei tifosi con tanto di corteo di quelli del Chelsea; poi l'Atletico Madrid e il Barcellona: i team si sono dunque visti costretti a una riunione d'emergenza prima di mezzanotte. Che non dev'essere stata una passeggiata. Dopo l'una di notte la prima delle tre squadre italiane, l'Inter, ha diramato un comunicato per scusarsi e ritirarsi dal progetto. Poco dopo, il comunicato congiunto.

"Riconsideriamo il progetto"

Viene ribadita l'intenzione di riformare il calcio europeo perché "il sistema esistente non funziona" e viene difesa l'idea della Super League ("mira a consentire allo sport di evolversi generando risorse e stabilità per l'intera piramide del calcio, anche aiutando a superare le difficoltà finanziarie incontrate dall'intera comunità calcistica a causa della pandemia. Fornirebbe anche pagamenti di solidarietà a tutte le parti interessate del calcio". Ma si conferma anche ciò che ormai era nell'aria: "Riconsidereremo i passaggi più appropriati per rimodellare il progetto, avendo sempre in mente i nostri obiettivi di offrire ai tifosi la migliore esperienza possibile, migliorando i pagamenti di solidarietà per l'intera comunità calcistica".

Che cos'è (o che cos'era) la Super League

Nelle intenzioni dei fondatori la Super League avrebbe dovuto essere una sorta di Champions League, ma più esclusiva, che mette di fronte 20 squadre, di cui 15 club fondatori - sempre qualificati di diritto - e altre 5 squadre scelte attraverso un meccanismo di qualificazione e selezionate ogni anno in base ai risultati conseguiti nella stagione precedente. Le squadre fondatrici sono Inter, Milan, Arsenal FC, Atlético de Madrid, Chelsea FC, FC Barcelona, FC Internazionale Milano, Juventus FC, Liverpool FC, Manchester City, Manchester United, Real Madrid CF e Tottenham Hotspur.

Nella serata di martedì 20 aprile, si sono ritirate dal progetto le sei formazioni inglesi e due spagnole, facendo restare isolate Milan, Inter, Juventus e Real Madrid. Poi, subito dopo la riunione, l'Inter ha fatto sapere di non essere più interessata. Infine il comunicato generale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Super League dura 48 ore. Si ritira anche l'Inter, poi il comunicato dei club: "Riconsideriamo il progetto"

MilanoToday è in caricamento