Tennis, a Rozzano è Verardi show

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Rozzano, 7 dicembre 2015 - Di nomi importanti, l’albo d’oro dei rodei femminili del Memorial Gasparini del Tennis Rozzano, ne era già ricco. Ma la decima edizione giocata nello scorso fine settimana ne ha aggiunto un altro. È quello di Verdiana Verardi, ventisettenne di La Spezia da anni trapiantata in Lombardia, dove dopo una carriera internazionale con quattro titoli Itf ma anche con tanti rimpianti, lavora come insegnante di tennis. Malgrado cinque anni di inattività nel circuito mondiale, il suo talento non è scemato di una virgola, come mostrato nel rodeo organizzato dall’Asd Training Team, letteralmente dominato dal primo punto del match d’esordio contro Beatrice Letizia, al match-point della finale contro la prima testa di serie Giulia Sussarello, sconfitta 5-4 4-2. “Verdiana aveva già disputato alcuni dei nostri rodei - racconta l’organizzatrice Amanda Gesualdi - ma non l’avevo mai vista così determinata: si è mostrata di un’altra categoria. Ha ripreso ad allenarsi, e sta pensando di provare a disputare di nuovo qualche torneo internazionale”. La ritrovata condizione della Verardi, unita all’ottima forma della Sussarello, ha regalato all’edizione numero dieci del Memorial - promosso dai soci sostenitori Carlo Pastori e Claudio Biffi - quella che è stata forse la miglior finale di sempre. “Entrambe le giocatrici hanno dato il 110%, giocando degli scambi incredibili. Sicuramente, ha influito il fatto che siano arrivate alla finale più fresche rispetto a quanto avviene di solito. Tutto a vantaggio del pubblico, che ha apprezzato particolarmente lo spettacolo”.

Di qualità la finale, ma di qualità anche l’intero torneo, sin dal tabellone di qualificazione di sabato. In gara anche le due giovani di casa Margherita Colombo e Ludovica Chiesa, entrambe eliminate all’esordio ma protagoniste di due buoni match, nei quali forse avrebbero meritato di più. La prima ha perso 5-3 4-0 contro Francesca Gaida, mostrandosi all’altezza della categoria, mentre la seconda ha lottato ancor di più contro Sara Superci, arrivando vicina al successo. L’ha mancato di poco e poi si è arresa 3-5 4-2 4-2, ma i progressi mostrati sono molto incoraggianti. Da segnalare anche il bel torneo di Beatrice Stagno, under 12 di interesse nazionale capace di qualificarsi e battere una seconda categoria, così come la semifinale dell’atleta di casa Sara Marcionni, che questa settimana è al via di un torneo Itf in Turchia. “Sara ha giocato molto bene sia nei primi due turni sia contro la Sussarello - spiega la Gesualdi - ma l’avversaria ha disputato la classica partita perfetta e non le ha dato chance”. Chiuso questo rodeo si pensa già ai prossimi appuntamenti, perché a Rozzano il tennis non si ferma mai.

Risultati – Quarti di finale: Sussarello b. Stagno 4-0 4-0, Marcionni b. Scotti 4-0 5-4, Verpelli b. Pavolucci 2-4 5-4 4-0, Verardi b. Letizia 4-0 4-1. Semifinali: Sussarello b. Marcionni 4-0 4-1, Verardi b. Verpelli 4-2 4-1. Finale: Verardi b. Sussarello 5-4 4-2.

Torna su
MilanoToday è in caricamento