Tennis, qualificati e tabellone, tutto pronto a Milano 3

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Concluse le qualificazioni e sorteggiato il tabellone principale, allo Sporting Milano 3 di Basiglio è tutto pronto per il via del primo Excel Futures. A guidare la lista dei protagonisti c'è la wild card Jan Hernych. Il ceco, capace di raggiungere nel 2009 la posizione n.59 del ranking mondiale, se la vedrà con il tedesco Pirmin Haenle in quello che - salvo contrattempi - non dovrebbe essere un impegno proibitivo. Sfide transalpine invece per Alessandro Bega, seconda testa di serie del tabellone, e Filippo Baldi: il primo affronterà Antoine Hoang, mentre al secondo toccherà Hugo Grenier.

Entrambi i 'galletti' sono stati semifinalisti, la scorsa settimana, al torneo di pari-montepremi di Trento (10 mila dollari). Scorrendo la lista dei match, il britannico Daniel Cox sfiderà il polacco Marcin Gawron, mentre l'azzurro Francesco Vilardo incontrerà l'altro tedesco Florian Fallert. Per il terzo favorito del seeding, l'olandese Antal Van Der Duim, ci sarà un qualificato, così come per le wild card Gianluca Di Nicola e Jonata Vitari, quest'ultimo vincitore dell'Excel Open della scorsa settimana (il rodeo che metteva in palio proprio un invito per il main draw del Futures).

Venendo al tabellone cadetto, il primo a qualificarsi è stato Alessandro Petrone. Il milanese ha battuto il giovane olandese Brouwer per 6-4 7-5, faticando soprattutto a metà del secondo set: sotto di un break, l'azzurro ha reagito subito portandosi prima in parità e poi chiudendo al dodicesimo gioco. In contemporanea, Andrea Pellegrino faceva suo il match da montagne russe contro la testa di serie n.1 del tabellone di qualificazione, il serbo Denis Bejtulahi.

Sotto di un set e di un break, la partita per il pugliese sembrava ormai destinata a un'amara conclusione: la veemente reazione dell'azzurrino, invece, ha condotto i due sfidanti al terzo e decisivo parziale. In avvio, Pellegrino si è portato in vantaggio per 3-1 prima di un passaggio a vuoto che lo ha mandato sotto 4-3. Lì però il serbo non ha saputo approfittare dello scoramento dell'avversario, anzi ha concesso subito il contro-break. E così Pellegrino è tornato avanti chiudendo la sfida al terzo match-point con l'aiuto di un nastro vincente. Sempre in mattinata, l'altro giovane di belle speranze Enrico Dalla Valle ha liquidato il tedesco Obert con il punteggio di 6-0 7-6, mostrando sicurezza anche nel tie-break del secondo parziale, incamerato per 7 punti a 5.

Nel derby italiano tra Francesco Borgo e Fabrizio Ornago è stato il primo a spuntarla, mentre non c'è stato niente da fare per Emanuele Dorio. Per il lombardo un'amara sconfitta dopo 2 ore e 50 minuti contro Kirill Kivattsev dopo un match molto combattuto e deciso dal maggior coraggio dimostrato nei punti decisivi dal giovane russo. Lunedì dalle 12.30 le prime partite del 1° turno dei tabelloni di singolare e di doppio (ingresso libero per tutta la durata del torneo).

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento