Sport

Il tennis Rozzano fa sul serio: rinnovate ambizioni per il team femminile

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Nel 1999 la Serie A1, poi tanti anni fra A2 e B, prima della pausa del 2014. Ma da quest'anno il Tennis Rozzano Training Team rispolvera la sua squadra femminile, con ambizioni immutate e tanta voglia di ripartire verso i traguardi già esplorati nelle scorse stagioni. "Dopo un anno di transizione - spiega Amanda Gesualdi, responsabile di Training Team - abbiamo deciso di rimetterci in gioco". E allora eccola lì, la squadra targata Trtt, che torna in pista ripartendo dalla Serie D1, ma con l'immediato obiettivo promozione. "Ci sarebbe piaciuto riprendere dalla Serie C, ma non è permesso. Comunque non fa differenza, il progetto torna vivo da una categoria inferiore, ma con una squadra come la nostra non dovremmo incontrare troppe difficoltà". Il condizionale nel tennis è sempre d'obbligo, ma vien difficile pensare a un risultato diverso per un gruppo che conta su tre ottime giocatrici di seconda categoria come Arianna Magagnoli (2.5), Sara Marcionni (2.5) e Yana Morar (2.6), più la 3.2 Nicole Mingazzini e la stessa Gesualdi, che vanta trascorsi a livello internazionale. "In più, abbiamo tante ragazze che stanno crescendo bene, e in futuro potrebbero entrare e far parte della cosiddetta 'prima squadra'. Ora pensiamo a prenderci la C, poi nei prossimi anni vedremo. L'obiettivo è quello di tornare in alto. Successe qualcosa di simile nel 2000. Dopo l'A1, la riforma dei campionati ci obbligò a ripartire dalla C, ma con una rapida scalata tornammo nelle categorie a noi più consone".

Oltre alla formazione di Serie D1, nei campionati estivi il club milanese conta su altre cinque squadre, una femminile e quattro maschili. Le ragazze saranno in gara in D2, con un team giovane composto da Colombo, Chiesa, Genovese, Cecchi, Martinelli e Perondi, al via per fare esperienza, ma comunque con qualche speranza di promozione. Fra gli uomini, invece, si spazia dall'under 18 all'over 55, passando per D2 e D3, con quattro squadre piuttosto competitive. A partire dai giovani Mora, Lommano, Arturo Colvara e Tommaso Colvara, sino ad arrivare ai veterani Bergamaschi, Passaro, Nebulone, Rossi, Bertolesi e Vitale. "Abbiamo l'ambizione di far bene sia con dei ragazzi in crescita, sia con degli over 55 molto competitivi. Tanto dipenderà dalle avversarie, sono due campionati dagli equilibri particolari: si possono trovare avversarie molto forti o squadre assolutamente alla portata". Ambizioni ben chiare, invece, per i team di D2 e D3, costruiti per agguantare la promozione. Il primo conterà anche sull'ex 'pro' Davide Selva, in squadra insieme a Longo, Arturo Colvara, Mora, Veronese e Spada, il secondo su Tommaso Colvara. Lommano, Caselli, Potenzano e Natoli. "In entrambi i campionati sappiamo a cosa andiamo incontro - chiude la Gesualdi - e con queste formazioni possiamo puntare alla promozione". Già scattati, nel frattempo, i campionati delle università milanesi, denominati Davis Cup e Fed Cup. Ottima la partenza delle squadre maschile e femminile dell'Università Bocconi, i cui incontri casalinghi (oltre agli allenamenti dei giocatori) si disputano proprio sui campi del Tennis Rozzano.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tennis Rozzano fa sul serio: rinnovate ambizioni per il team femminile

MilanoToday è in caricamento