rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport San Siro / Via Privata dei Piccolomini

Primo passo per il ritorno del trotto a San Siro

Firmato un protocollo tra comune, Snai e Trenno: sarà costruita una pista dove ora c'è la Maura

Per ora è solo un protocollo d'intesa, ma potrebbe far tornare il trotto a San Siro.

L'accordo è stato firmato il 13 maggio tra il comune di Milano, con il vicesindaco Lucia De Cesaris e l'assessore allo sport Chiara Bisconti, e le società Snai e Trenno, con gli amministratori delegati Giorgio Sandi e Stefano Marzullo. Giunge al termine di un lungo confronto tra Palazzo Marino e le parti in causa, tra cui i proprietari (riuniti in Anact Ptl), gli allenatori (Agit) e i gentlemen (Gd Club Lombardia).

La Snai realizzerà una nuova pista per il trotto, dove ora c'è la "Maura", una delle due piste d'allenamento adiacenti al parco di Trenno. Le società e il comune cercheranno inoltre di salvaguardare l'occupazione.

Il trotto a Milano ha smesso di esistere a inizio 2013, a causa della crisi nerissima di pubblico e introiti. E Milano non è stata l'unica città a perdere le corse, anche se altrove sono già tornate. Sarà comunque abbandonata per sempre la pista storica, la cui area tra l'altro è stata individuata da Milan e Inter per un eventuale "quarto anello" (ristoranti e negozi) dello stadio di calcio, anche se ora la "partita calcistica" si gioca soprattutto sulle aree dell'Expo.

A margine si continuerà a discutere della possibile speculazione immobiliare: Snai è infatti proprietaria di alcune aree edificabili vicine all'ippodromo. Per ora dal comune promettono che "sul verde non si costruirà".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo passo per il ritorno del trotto a San Siro

MilanoToday è in caricamento