rotate-mobile
Sport

L'Inter sa ancora come si fa: contro l'Udinese vittoria al cardiopalma

Friulani in vantaggio, ripresi immediatamente da Balotelli. Maicon segna il 2 a 1 e Milito firma il 3 a 1. Nella ripresa un rigore di Di Natale riapre il match. I nerazzurri soffrono e all'ultimo secondo l'Udinese colpisce la traversa che salva l'Inter

Cuore, grinta, gol splendidi: l’Inter non si ferma nemmeno ad assenze e stanchezza ed espugna il Friuli per 3 a 2. Una vittoria che mostra tutto il carattere della capolista: andata sotto dopo novantadue secondi, i nerazzurri ribaltano la situazione con una reazione da rimanere a bocca aperta e poi resistono nella ripresa agli assalti bianconeri. 

Tre reti una più bella dell’altra ma quella di Maicon merita un’analisi a parte: azione da playstation impostata da Milito sulla destra, palla a Pandev che di prima premia l’inserimento del terzino brasiliano, bravissimo a finalizzare con un missile sotto l’incrocio. Applausi a scena aperta.

Mou è in tribuna per i postumi di Inter Samp e deve fare le acrobazie per mettere in campo quattro difensori: sulla linea arretrata scala Motta centrale, Zanetti sulla linea mediana e avanti Milito, Balotelli e Pandev. Marino in attacco schiera il tridente leggero Di Natale, Pepe e Sanchez; proprio i primi due confezionano il vantaggio lampo dei padroni di casa. 

Il capocannoniere del campionato italiano vede il taglio di Pepe e lo serve con il contagiri, il piatto destro supera Julio Cesar. La risposta dei nerazzurri è veemente, arrabbiata, da grande squadra. Al sesto minuto Balotelli si trasforma in SuperMario e dal limite dell’area lascia partire un destro di contro balzo che lascia di stucco Handanovic. 

Al 21’ il gol capolavoro di Maicon e nel primo minuto di recupero timbra il cartellino anche Diego Milito: sempre Balotelli dalla sinistra che mette al centro, il movimento del Principe è perfetto e anticipa il difensore avversario con un bel colpo di testa. La partita sembra chiusa ma l’Udinese non sembra essere d’accordo e nella ripresa attacca: al 7’ punizione di Di Natale che Balotelli intercetta con un gomito largo, l’arbitro concede il penalty e lo stesso attaccante realizza. 

A questo punto i padroni di casa ci credono, l’Inter si difende con i denti e l’occasione migliore per i friulani arriva al quarto minuto di recupero: la traversa, questa volta, è amica di Julio Cesar e gli ospiti conquistano una vittoria basilare. A fine partita si presenta Branca, per la squalifica dello Special One: “Era una partita davvero difficile, l’Udinese ci ha messo in difficoltà ma ne siamo usciti fuori con grinta e classe. Le polemiche della scorsa settimana? Va bene regolare i toni, non zittirci”.





© Riproduzione riservata

Alessio Pignatelli 28 febbraio 2010 23:59
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Inter sa ancora come si fa: contro l'Udinese vittoria al cardiopalma

MilanoToday è in caricamento