Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Atmosfera da derby: la "bolgia" degli ultras di Milan e Inter (senza distanziamento) con tensioni

Le due tifoserie si sono radunate sotto le rispettive curve. Attimi di tensione per un "avvicinamento" ma nessuno scontro

 

Aria da derby a Milano. Le curve di Milan e Inter hanno deciso di sostenere le proprie squadre, domenica 21 febbraio, per il match di ritorno a San Siro, nonostante le "porte chiuse" allo stadio e le restrizioni previste dalle norme anti Covid. La curva nord avrebbe voluto radunarsi in piazza Castello, domenica mattina, per poi proseguire forse in corteo fino al Meazza, ma la questura di Milano non ha permesso il ritrovo che, così, è stato spostato presso il Baretto, sul lato nord dello stadio, per le undici.

Dall'altra parte del Meazza, in piazza Axum in prossimità del lato sud dell'impianto, a mezzogiorno si sono radunati gli ultras rossoneri. Cori da stadio, naturalmente, e l'atmosfera da derby quasi intatta, almeno "spiritualmente", perché quello che si respira dentro il "catino" di San Siro durante le stracittadine è impagabile e irripetibile. 

Attimi di tensione e salta il distanziamento

Migliaia di tifosi a San Siro, dunque. "Saltano" le regole sul distanziamento anti Covid. Nessuno scontro tra le fazioni rivali ma, più o meno all'arrivo delle squadre con i pullman, qualche attimo di tensione quando alcune decine di tifosi del Milan si sono diretti verso gli "avversari", manovra subito impedita dalle forze dell'ordine mentre i capi ultras cercavano, via megafono, di invitare alla calma. 

I tifosi nerazzurri hanno voluto ricordare, con uno striscione, Mauro Bellugi, che per molti anni ha vestito la maglia dell'Inter, scomparso a causa del Covid dopo un lungo ricovero e dopo avere anche dovuto subire l'amputazione di entrambe le gambe. Loodevole poi l'iniziativa comune degli ultras "rossonerazzurri", insieme ai City Angels, per raccogliere beni di prima necessità da distribuire ai senzatetto di Milano.

striscione bellugi - fb-2

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento