Giovedì, 5 Agosto 2021
Sport Corsica / Via Giovanni Battista Piranesi

Una via per Valentino Mazzola e una per gli Azzurri d'Italia: Milano ricorda lo sport

L'emozione del figlio Sandro: suo padre fu capitano del Grande Torino e morì nella tragedia di Superga

Sandro Mazzola alla cerimonia d'intitolazione della via a suo padre Valentino (Foto Comune di Milano)

Ancora un ricordo sportivo nella toponomastica milanese, a pochi giorni dall'intitolazione a Helenio Herrera (allenatore dell'Inter negli anni '60) dei giardini davanti allo stadio di San Sir. Un ricordo, anzi due: via Valentino Mazzola e via Azzurri d'Italia. Due nuove strade, che fanno angolo tra loro, la cui cerimonia d'intitolazione è avvenuta il 13 novembre in zona via Piranesi.

Valentino Mazzola, capitano dell'indimenticabile grande Torino, era nato a Cassano d'Adda: dal 1942 al 1949 è stato numero 10 dei granata, con cui (anche con la fascia da capitano) ha vinto cinque scudetti. Negli anni granata è stato anche in Nazionale, pur senza poter partecipare a competizioni ufficiali come il Campionato del Mondo prima a causa della guerra, poi per la tragedia di Superga del 1949, in cui perse la vita insieme a quasi tutti i suoi compagni di squadra.

Alla cerimonia c'era il figlio Sandro, che ha raccolto l'eredità sportiva del padre militando nell'Inter dal 1960 al 1977, con 70 presenze in Nazionale. «Ho giocato tante partite anche importanti - ha affermato - ma non sono mai stato così emozionato. È molto bello quello che sta succedendo, mi ha riportato alla mente molti ricordi bellissimi, come quando papà mi portava allo stadio e andavo in panchina a vedere la partita cercando di non perderlo mai di vista».

E il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha commentato: «Questa strada è un grande onore perché Mazzola per noi è assolutamente unico e straordinario. Aveva una grande forza, era leggendario nel trascinare i suoi compagni». Per il Comune di Milano, erano presenti Roberta Guaineri (assessore allo sport) e Paolo Guido Bassi (presidente del Municipio 4), oltre ad Oreste Perri (presidente del Coni Lombardia) e a Stefano Mei (presidente dell'associazione nazionale atleti olimpici Azzurri d'Italia). 

I Giardini Helenio Herrera in piazza Axum

Da pochi giorni un altro grande campione del calcio viene ricordato nella toponomastica di Milano: è Helenio Herrera, allenatore dell'Inter dei successi degli anni '60, a cui sono stati dedicati i giardinetti in piazza Axum, proprio davanti allo stadio di San Siro. Durante la cerimonia qualche "scaramuccia", con due o tre milanisti "arrabbiati" perché i giardini sono di fronte alla curva Sud (quella rossonera) e perché il quartiere dello stadio - tra piazzale Angelo Moratti, lo stesso impianto dedicato a Giuseppe Meazza e ora i giardini Herrera - sarebbe «troppo nerazzurro». Polemiche, però, davvero di minoranza e durate per fortuna pochissimo. Anche se, da quel che si dice, la giunta milanese sta già pensando a nomi rossoneri per "riparare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una via per Valentino Mazzola e una per gli Azzurri d'Italia: Milano ricorda lo sport

MilanoToday è in caricamento