menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

VIDEO | Giornata speciale in casa Milan per la presentazione ufficiale di Kakà

Giornata importante e per certi versi storica in casa Milan. Alle 12.00, presso la sala Conferenze di Milanello, è stato presentato Ricardo Kakà, tornato a casa dopo l'esperienza con la maglia del Real Madrid

Ricardo Kakà è arrivato a Milanello in mattinata per la presentazione speciale alla stampa. Al suo fianco l'Amministratore Delegato del Milan, Adriano Galliani. Alle 12.00, presso la sala Conferenze di Milanello, è stato presentato il numero 22 rossonero, tornato a casa dopo l'esperienza con la maglia del Real Madrid.

Il primo allenamento di Kakà con la squadra si terrà nel pomeriggio alle 17.00 sul campo esterno del Centro Sportivo di Milanello. Milan Channel trasmetterà in diretta le immagini della seduta a partire proprio dalle 17.00. Adriano Galliani ha rotto il ghiaccio: "Siamo tutti molto, molto, molto contenti perchè torna a casa Ricky Kakà. 270 partite giocate con 95 gol, tanti trofei vinti e il suo Pallone d'Oro. Lui è partito nell'estate del 2009 ma era arrivato da Campione del Mondo nel 2003. Sono stati 6 anni meravigliosi. Poi la partenze e infine il ritorno. Ma lui non è mai andato via. Sapevamo che lo avremmo riportato qui. Sono 2-3 anni che ci proviamo a riportarlo a casa. Ma il legame con Kakà è incredibile. I sentimenti non si possono giudicare, lui ha saputo entrare nel cuore dei tifosi rossoneri. Non ho mai ricevuti così tanti complimenti come in questi ultimi giorni. Aver riportato a casa Kakà ha dato tanta gioia a molti tifosi del Milan e noi, di questo, siamo contenti. Domenica, quando stavo trattando con il Real, il Presidente Berlusconi mi ha chiamato 4 volte. Non era mai successo prima con nessun altro giocatore. C'è stato un sentimento diverso rispetto agli altri 27 anni di mercato. Adesso però non mi voglio commuovere. Bentornato a casa Ricky".

Poi è toccato a Ricardo Kakà: "E' stato molto bello ritornare. Sono dei gironi speciali. Ieri con mia moglie pensavamo a 10 anni fa quando arrivavo qui in un'altra situazione ma i momenti belli sembrano gli stessi. Rivedere tutta la gente di Milanello mi ha dato la sensazione di non essere mai andato via. Ho imparato tanto con i giocatori con più esperienza e adesso tocca a me prendere il ruolo di esperto. Non so per quante stagioni. Voglio aiutare questi ragazzi e imparare tanto anche da loro".

"In questi 4 anni al Real Madrid non ho mai avuto continuità. Spero di averla. Non ho infortuni da tanto tempo, la condizione fisica è buona e sono pronto a questa sfida. Sono abituato a un Milan vincente. Penso che questa squadra possa fare bene. La mia scelta è stata dettata anche dalla possibilità di ritrovare la gioia di giocare a calcio e questo punto è il Milan. Oggi con tutti i social network anche noi possiamo trasmettere le nostre emozioni. Non riuscirò mai a dimostrare a pieno quello che ho provato ma penso che si sia capito. Prima di parlare di ruoli voglio sentire di cosa ha bisogno il Mister e certamente troveremo una soluzione". Ha detto Kakà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento