rotate-mobile
Sport

San Siro, Milan schianta il Genova 5 a 2: Borriello leader

Il Milan risponde subito al tentativo di fuga dei cugini nerazzurri sfoderando una delle migliori prestazioni: a San Siro i rossoneri schiantano il Genoa con un roboante 5 a 2

Il Milan risponde subito al tentativo di fuga dei cugini nerazzurri sfoderando una delle migliori prestazioni: a San Siro i rossoneri schiantano il Genoa con un roboante 5 a 2, mettendo in mostra segnali confortanti e momenti di gioco spettacolari.

Tante le note positive in vista della trasferta di Torino contro la Juve: un Borriello in grande spolvero, un Ambrosini sempre più leader e Beckham. Sì perché lo Spice Boy meriterebbe un capitolo a parte. Esordisce a San Siro per la seconda volta e mostra una grande umiltà e un’enorme disponibilità, qualità che se unite al suo delizioso destro potranno fa comodo alla squadra di Leonardo per il proseguo della stagione.

Eppure la partita non incomincia bene. Leonardo deve rinunciare a Pato per un infortunio (oltre a Seedorf e Zambrotta) ma almeno recupera Gattuso. Il Genoa presenta invece il neoacquisto Suazo. Al 13’ Ambrosini conquista un calcio di rigore che Ronaldinho spreca malamente ma non basta, perché dopo dieci minuti passano gli ospiti.

La rete è di Sculli, l’assist di Palacio. Potrebbe essere una mazzata ma il Milan ha le spalle grandi. Come quelle di Ronaldinho che s’incarica di battere il secondo rigore concesso da Orsato ma questa volta realizza. È la scossa, perché da questo momento il Milan non si ferma più. Prima della ripresa la rimonta è completata da Thiago Silva con una bella girata.

Appena iniziato il secondo tempo Borriello realizza il terzo gol, al termine di un’azione splendida. Il Genoa sta a guardare e s’inchina allo scatenato attaccante che segna in sforbiciata la sua doppietta personale al quarto d’ora. Ma non è finita qui, perché Huntelaar, subentrato proprio a Borriello, segna il quinto gol per la sua squadra, ancora su rigore. Suazo decide di rendere un po’ meno amaro il suo debutto con i grifoni e, a pochi minuti dalla fine del match, infila di sinistro Dida.

Mister Leonardo può essere soddisfatto: “Abbiamo avuto una grandissima reazione, ripartire dopo un rigore sbagliato e l’immediato svantaggio non era facile. Una menzione particolare per Beckham, professionista d’altri tempi: lui mette a servizio della squadra tutta la sua intelligenza tattica e la grande classe”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Siro, Milan schianta il Genova 5 a 2: Borriello leader

MilanoToday è in caricamento