rotate-mobile
Volley

Il sogno di Aspes e Pro Patria: far nascere a Milano un polo d’eccellenza del volley

Annunciata la collaborazione tra le due società meneghine che vogliono alzare ancora di più il livello della loro proposta giovanile

Poco più di due chilometri: è questa la distanza tra le due sedi principali dell’Apses Volley e della Bracco Pro Patria, una distanza che ora risulta ancora più breve grazie alla collaborazione tra i due club pallavolistici meneghini. Le due società hanno infatti annunciato nelle ultime ore l’inizio di una interessante collaborazione a partire dalla stagione sportiva 2024-2025. In un momento di profondo cambiamento, questa partnership nasce dal desiderio di entrambi i sodalizi di poter portare avanti con ancora maggior forza i propri sistemi di lavoro e di valori traendo il massimo beneficio dalle reciproche esperienze e dalle relative sinergie.

Il fine ultimo è costituire un polo di eccellenza per quel che riguarda il volley e che già oggi può contare su oltre 500 atlete a cui offrire una proposta sportiva il più ampia possibile: dalla più alta espressione della pallavolo giovanile di alto livello fino all’attività di base dai forti connotati sociali e dal grande radicamento territoriale. Si sogna in grande insomma, come si evince anche dalle parole dei protagonisti.

Il direttore sportivo della Pro Patria, Max Capitanio, ha così commentato l’iniziativa: “L’obiettivo è di trasmettere il nostro know out ed il metodo Pro Patria attraverso la condivisione delle metodologie ed il confronto tecnico. Il grande radicamento di Aspes nel territorio ci permetterà di ampliare ulteriormente la nostra proposta coinvolgendo sempre più ragazze e continuare a garantire alle nostre atlete un livello di eccellenza all’altezza della nostra storia. Per noi era importante farlo con un partner che ha dimostrato, con i risultati raggiunti, di poter garantire un percorso ancor più diversificato e capillare a tutte le atlete coinvolte nel progetto”.

Ha preso la parola anche Tommaso Nalin, dg di Aspes: “Per Aspes era fondamentale che lo splendido lavoro svolto negli ultimi anni potesse proseguire oltre i grandi traguardi raggiunti in questa stagione. La volontà di poter garantire con continuità la partecipazione ai campionati di eccellenza conquistati sul campo, ci ha portati ad unire le forze con una delle più importanti realtà nazionali della pallavolo giovanile. La concreta possibilità di poter presentare 6 squadre ai nastri di partenza dei prossimi campionati di eccellenza allarga allarga enormemente le opportunità di crescita delle nostre atlete, permettendoci allo stesso tempo di continuare il nostro lavoro sul territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sogno di Aspes e Pro Patria: far nascere a Milano un polo d’eccellenza del volley

MilanoToday è in caricamento