Venerdì, 19 Luglio 2024
Volley

Pallavolo femminile, le giocatrici del Vero Volley Milano fanno incetta di premi dopo la VNL

Tre giocatrici rosa ricevono i riconoscimenti personali dopo il trionfo di Bangkok. Su tutte Paola Egonu, rigenerata da Velasco ed MVP della competizione

E' una nazionale a forti tinte rosa quella che ha letteralmente sbancato Bangkok. La VNL è finita nella bacheca azzurra per la seconda volta in tre anni, con la netta affermazione sul sorprendente Giappone per tre set ad uno.

Non poteva esserci spazio anche per i premi personali, che coinvolgono ben tre giocatrici in forza alla Vero Volley Milano, attualmente il maggior serbatoio di questa squadra.

Impossibile non partire da Paola Egonu, letteralmente rigenerata da Julio Velasco. L'opposta è stata premiata come miglior giocatrice della manifestazione.

La sua assenza si era sentita e non poco nel corso del preolimpico dello scorso autunno, ma anche il suo è stato un ritorno in grande stile. Alessia Orro è stata eletta la miglior palleggiatrice della VNL.

Terzo ed ultimo riconoscimento riguarda Myriam Sylla, che non ha affatto sofferto il fatto di essere stata "degradata" da Velasco (il ruolo di capitano è andato ad Anna Danesi). La schiacciatrice è stata giudicata migliore nel suo ruolo assieme alla giapponese Koga. 

Le impressioni dei protagonisti

Alessia Orro è al settimo cielo: "Sono molto contenta perché questo successo significa che stiamo lavorando bene, con grande continuità e questo ci sta dando una spinta importante e questo ritmo si nota anche in gara. Dobbiamo continuare così perché poi ci attende qualcosa di importante più in là. Oggi dovevamo vincere, non importava come, ma dovevamo vincere per il morale e per i sacrifici fin qui fatti. Nulla mi avrebbe fermato ma io avrei continuato a battermi"

Capitan Danesi, prossima al ritorno in rosa, le fa eco: "Sono state delle belle finali e più in generale una grandissima VNL. Sono contenta perché giochiamo molto bene e speriamo di continuare a farlo come dimostrato in questi tre giorni di fuoco. Detto questo non vogliamo assolutamente fermarci e questo è il bello. Ho dichiarato che da capitano mi piacerebbe cantare l’inno su un altro podio, ma già averlo fatto stasera è motivo di orgoglio che mi rende contenta il doppio". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo femminile, le giocatrici del Vero Volley Milano fanno incetta di premi dopo la VNL
MilanoToday è in caricamento