Domenica, 17 Ottobre 2021
Volley

Eurovolley, è un’Italia tutta d’oro con un Romanò da incorniciare

Battuta la Serbia 3-2

“Precisi e senza fretta”. Sono state queste le ultime parole dell’ultimo time out chiamato da coach De Giorgi e così è stato: la sua Italia è campione d’Europa. Una battaglia durata oltre due ore e una vittoria contro la Slovenia 3-2 (22-25; 25-20; 20-25; 25-20; 15-11).

Una partita poco adatta ai deboli di cuore con un Yuri Romanò superstar nella seconda parte del match: il suo ace nel quarto set e i suoi 4 punti nel tie break per rimediare lo 0-3 iniziale opera della Slovenia sono stati fondamentali. In totale 11 punti per lui.

Dopo un primo set molto contratto l’Italia cercare di prendere le misure contro una formazione che ha assoluta voglia di vincere, la squadra si porta in vantaggio 16-13, è poi agganciata ma vince 25-20; brava Italia a recuperare anche nel quarto set, ma è il giro finale in battuta di Stern a fare la differenza. Gli azzurri non ci stanno e anche se gli errori al servizio sono tanti, mantengono la concentrazione, si portano avanti 17-13 con Michieletto e Lavia su tutti e sul 23-20 è l’ace di Romanò a dare la svolta. Quinto set da brivido: la Slovenia parte forte 4-4, ma poi si ferma lì, ci pensa ancora Romanò a impensierirli, pareggia e con i compagni scappa avanti, tutti hanno voglia di vincere, il muro si fa sentire come nelle frazioni precedenti e la favola si conclude con un meraviglioso 15-11.

Un risultato importante per una “neo” formazione: con questo risultato assicurata la qualifica al mondiale. E per la prima volta nella stessa competizione trionfano donne e uomini insieme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eurovolley, è un’Italia tutta d’oro con un Romanò da incorniciare

MilanoToday è in caricamento