rotate-mobile
Volley

Superlega, Milano gioca davanti a 5mila tifosi e va ko solo al quinto set con Trento

Finale 2-3

Un grande spettacolo all’Allianz Cloud per la nona giornata di ritorno di Superlega. Di fronte ai 5mila e oltre spettatori, l’Allianz Powervolley si piega solo al tie break di fronte ai vice campioni del mondo in carica dell’Itas Trentino. 25-22, 26-24, 23-25, 24-26, 8-15 i parziali di un confronto molto tirato in cui il pubblico ha potuto assistere un vero show pallavolistico.

Non riesce a trovare il sorriso casalingo la squadra di coach Piazza che, tra le mura amiche dell’Allianz Cloud, lotta contro Trento, arrendendosi per 2-3. Inizio sprint per Milano che, con un Patry in grande spolvero (4 su 4 e 1 muro nel primo parziale) porta la sua squadra sul 25-22. Piano e compagni continuano a macinare gioco, trovando per lunghi tratti in vantaggio nel secondo set e con determinazione lo conquista ai vantaggi 26-24. La vice campione del mondo non si arrende e in rimonta conquista il terzo ed anche il quarto set, seppur in svantaggio 21-17, l’agonismo e la determinazione portano Trento ai vantaggi che firmano 24-26. La reazione di Trento è decisiva per invertire l’inerzia con gli avversari che trovano il pareggio nel conto dei set. Esito rimandato al tie break, Milano ci prova, ma sono gli attaccanti di palla alta di Trento a scardinare la difesa meneghina per allungare e chiudere il quinto 8-15. Il cuore di Powervolley lo si vede per tutta la partita, con Piazza costretto a rinunciare a Loser nell’ultima frazione, ma con un Piano ritrovato. Non bastano, così, i 23 dell’opposto transalpino, i 18 d i Ishikawa ed i 12 di Ebadipour, mentre dall’altra parte della rete coach Lorenzetti trova il successo e si gode la grande prova di Michieletto (MVP del match) ed i 21 punti di Kaziyski.

"Le partite meravigliose del campionato italiano, dove non è mai finita, dove sia nel secondo che nel quarto set siamo stati recuperati quando eravamo avanti. Nel secondo set siamo stati bravi a chiuderlo, nel quarto invece lo siamo stati un po’ meno: secondo me c’è molto merito loro in battuta, ma qualche demerito nostro nella fase di transizione soprattutto. Va dato merito alla squadra avversaria, - ha detto il coach al termine - che ci ha creduto sempre, è un peccato aver gettato alle ortiche 2 punti insomma. Guardo il bicchiere mezzo pieno, perché, per come ci siamo arrivati, è un bel risultato, un risultato che ci fa credere che la gara di sabato prossimo sarà una partita se non come questa forse più tirata, nella speranza di recuperare tutti i giocatori. Stasera è venuto a mancare Loser alla fine, non ne aveva proprio più. Andiamo a riposare un attimo, guarderemo la partita insieme e cercheremo dove possiamo attaccarli un po’ meglio, però è stata una grande partita".

Milano – Trento: 2-3 (25-22, 26-24, 23-25, 24-26, 8-15)
Allianz Powervolley Milano: Mergarejo 2, Vitelli 9, Fusaro, Loser 10, Patry 23, Ishikawa 18, Porro 2, Pesaresi (L), Ebadipour 12. N.e. Lawrence, Bonacchi, Colombo (L). All. Piazza. 
Itas Trentino: Kaziyski 21, Nelli, D’Heer 8, Dzavoronok, Michieletto 20, Sbertoli 4, Cavuto, Laurenzano (L), Lavia 19, Podrascanin 7,. N.e.: Pace (L), Berger, Depalma, Lisinac. All. Lorenzetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superlega, Milano gioca davanti a 5mila tifosi e va ko solo al quinto set con Trento

MilanoToday è in caricamento