rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Volley

Seconda sconfitta per il Club Italia: Vicenza si impone 3-1 a Milano

Le Azzurrine lottano in ogni set, dimostrando di poter tenere testa a qualsiasi avversaria

Non sorride al Club Italia CRAI la prima gara casalinga della stagione. Le azzurrine cedono 1-3 (23-25, 24-26, 25-20, 21-25) nel match contro Anthea Vicenza disputato oggi pomeriggio al Centro Federale Pavesi di Milano in occasione dell’anticipo della terza giornata del girone B del Campionato di A2. Ancora discontinuo il rendimento delle azzurrine che hanno alternato momenti di bel gioco e passaggi a vuoto. Prima dell’avvio della gara è stato osservato un minuto di silenzio in memoria della giovane pallavolista afgana Mahjabin Hakimi. Per l’avvio della partita, come avvenuto nella gara d’esordio con Albese, il tecnico federale Marco Mencarelli si è affidato al sestetto composto dalla diagonale Pelloia-Adelusi, dalle schiacciatrici Nervini e Ituma, dalle centrali Acciarri e Marconato e al libero Ribechi.

Dall’altra parte della rete coach Luca Chiappini ha risposto schierando lo starting six composto da Pavicic, Piacentini, Errichiello, Rossini, Cheli, Eze Blessing e il libero Norgini. Avvio equilibrato della partita con le due formazioni che procedono sostanzialmente punto a punto per un lungo tratto (12-12) e non riescono a trovare il break per cambiare l’inerzia del set. Sul +2 per le ospiti (12-14) coach Mencarelli decide che è il momento di chiamare time out. Al rientro dallo stop al gioco il Club Italia accorcia (13-14) e ristabilisce la parità (16-16). Nel finale Vicenza trova l’allungo che vale il +3 (18-21), le azzurrine ricompattano le fila e accorciano (21-22) ma la reazione non è sufficiente per invertire la rotta: è Vicenza a chiudere a proprio favore il primo set (23-25).

Parte forte la formazione ospite in avvio di seconda frazione (1-5), le azzurrine faticano a trovare il giusto ritmo e Vicenza rimane in vantaggio (9-12). Nervini e Acciarri a segno danno nuovo slancio alla manovra del Club Italia CRAI che ritrova la parità (12-12) e allunga il passo (17-15) anche grazie ai tre punti consecutivi di Ituma. Le azzurrine mantengono il vantaggio e due punti firmati da Adelusi valgono il set point a favore del Club Italia (24-21). Al rientro dal time out Vicenza si ricompatta e piazza il break che vale la vittoria del secondo set (24-26). Cambio in regia per le azzurrine in avvio di terza frazione: fuori Pelloia dentro Passaro. Due ace consecutivi di Giuliani aprono il terzo set: le azzurrine spingono ancora con Marconato e Adelusi e si portano sul 4-1. Il Club Italia non trova la giusta continuità e le avversarie ne approfittano per pareggiare i conti (5-5) e imporre il proprio ritmo alla gara spingendosi sul +5 (5-10). E’ un ottimo turno in battuta di Giuliani (per lei alla fine del set gli ace saranno 5) a permettere alle azzurrine un importante break che le porta dall’8-13 al 16-13.

Il time out chiamato da Vicenza non ferma la manovra azzurrina: Adelusi sigla il 23-19 e il Club Italia CRAI può chiudere agevolmente il set a proprio favore (25-20). Anche per la quarta frazione il tecnico Marco Mencarelli decide di lasciare in campo in regia Passaro. E’ Vicenza ad aggredire il set: le ospiti si portano subito in vantaggio (1-3) e allungano fino ad arrivare sul +5 (5-10). Al rientro dal time out chiamato dalla panchina del Club Italia, Adelusi e Ituma in attacco e Marconato a muro danno nuovo slancio alle azzurrine che accorciano le distanze (10-12). Perentoria la ripartenza delle ospiti che si spingono sul +7 (12-19) inducendo coach Mencarelli a chiamare time out. Lo stop al gioco sortisce l’effetto sperato e le azzurrine riducono il divario (16-19) e si riportano in parità (19-19).

E’ Vicenza però a trovare lo spunto giusto nel finale per chiudere a proprio favore set e partita (21-25). Queste le parole di coach Mencarelli: “La partita è stata giocata male da diverse delle nostre giocatrici. Questo non è in linea con il programma di lavoro che stiamo svolgendo e il risultato è una conseguenza di questo aspetto. La sconfitta è giusta, abbiamo giocato male una partita contro una squadra che ha fatto le sue cose. Gli aspetti che condanno maggiormente della partita di oggi sono prevalentemente tre: siamo una squadra selezionata sui parametri antropometrici, sulla capacità di salto e se chiudiamo tutti i colpi, ci murano anche le avversarie più piccoline. Oggi le ragazze hanno avuto prestazioni in attacco mediamente insufficienti: c’è chi ha giocato al di sotto delle proprie possibilità e questo sarà uno degli argomenti che affronteremo nel corso della settimana. Vicenza nei primi due set è stata brava a sfruttare i nostri punti deboli e le nostre disattenzioni con le palle piazzate, poi nel prosieguo della partita siamo stati noi a fare molto per loro piuttosto che loro a fare qualcosa di diverso. Le nostre avversarie hanno fatto una buona partita, avevano molta voglia di portare a casa il risultato. Noi siamo andati in crescendo, ma non siamo partiti il giusto atteggiamento”. Ecco il tabellino del match:

CLUB ITALIA CRAI-ANTHEA VICENZA 1-3 (23-25, 24-26, 25-20, 21-25)

CLUB ITALIA CRAI: Nervini 2, Acciarri 10, Pelloia, Ituma 13, Marconato 11, Adelusi 20; Ribechi (L), Giuliani 11, Esposito, Passaro. Ne: Barbero (L), Vighetto, Nwokoye, Despaigne. All. Mencarelli.

ANTHEA VICENZA: Pavicic 15, Piacentini 8, Errichiello 12, Rossini 4, Cheli 13, Eze Blessing 7; Norgini (L), Nardelli 10, Lodi, Fiore, Caimi. Ne: Furlan (L), Pegoraro. All. Chiappini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seconda sconfitta per il Club Italia: Vicenza si impone 3-1 a Milano

MilanoToday è in caricamento