rotate-mobile
MilanoToday

Unicredit a Milano accanto ai dipendenti e ai cittadini sordi

Si terranno dall’11 al 13 marzo nella sede di piazza Cordusio due iniziative: un corso “In-formati” di educazione bancaria e finanziaria per i cittadini sordi e “Se mi guardi…ti sento”, il progetto di inclusione e valorizzazione dei dipendenti sordi della Banca

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Prendono il via oggi a Milano tre iniziative formative della banca per sensibilizzare la comunità interna ed esterna sui disagi derivanti dalla sordità, ma anche sulle risorse che i cittadini sordi possono mettere a disposizione della comunità per trasformare un handicap in un'occasione di incontro. Si tratta di "In-formati", programma di educazione bancaria e finanziaria rivolto a cittadini, a "Se mi guardi…ti sento", rivolto ai propri dipendenti sordi e a "Disability Management" rivolto ai loro responsabili e ai referenti delle principali funzioni "chiave" della banca.

L'obiettivo della banca è quello di favorire l'inclusione sociale e di sensibilizzare l'intera popolazione aziendale sui temi della sordità, con lo scopo di superare stereotipi e preconcetti e di formare i propri dipendenti sordi affinché possano tenere corsi su banca e finanza ai concittadini sordi (clienti e non clienti), aiutandoli in tal modo a rafforzare il loro ruolo di risorsa per la banca e per il territorio. Il 12 marzo, infatti, oltre 60 cittadini sordi parteciperanno all'intervento formativo "In-formati" articolato in tre moduli: Il mio conto in banca e a casa, Strumenti di pagamento e Finanziamenti: mutui e prestiti personali. I docenti, formati appositamente, saranno dipendenti UniCredit sordi e udenti. Si tratta del primo corso di educazione bancaria e finanziaria realizzato in Italia da dipendenti sordi per cittadini sordi: la diversità non più come barriera ma come terreno di incontro.

Attraverso In-formati la Banca ha già portato in aula più di 33.000 discenti in tutta Italia, erogando più di 1.200 corsi a privati e imprese, clienti e non clienti. Nella sola Lombardia sono stati coinvolti 3.745 mila partecipanti per 12.754 ore di formazione gratuita e senza finalità commerciali nel corso di 111 incontri.

L'iniziativa rivolta ai cittadini sordi rappresenta un'importante innovazione del Programma attraverso il quale la Banca si avvicina sempre di più ai territori e a tutti i cittadini. Il seminario "Se mi guardi…ti sento", vedrà la partecipazione di circa 50 dipendenti sordi, mentre altrettanti tra responsabili e referenti della Banca, parteciperanno al seminario "Disability management" con lo scopo di diffondere la cultura e fornire utili conoscenze per comprendere le necessità, le problematiche dei collaboratori e della clientela diversamente abile, per sviluppare e condividere "best practice" anche grazie al supporto di esperti in materia.

Nella giornata del 13 marzo sono previste importanti testimonianze esterne, quella di Virginia Volterra - neuro-psicologa e dirigente presso l'Istituto di scienze e tecnologie della Cognizione del CNR insieme a Paolo Rossini ricercatore presso il medesimo Istituto, sul tema dell'accessibilità al lavoro per le persone sorde, quella di Franco Bomprezzi, giornalista e scrittore, direttore del portale Superando.it, nonché portavoce di Ledha - Lega per i diritti delle persone con disabilità, che interverrà sul tema della disabilità oggi, Cateria Seia (Art Leadership Advisor) insieme a Enrico Dolza (Coordinarore di servizi e progetti presso l'Istituto dei sordi di Torino) e Luciano Candela (Presidente dell'Unione Ex Allievi Sordi dell'Istituto dei Sordi di Torino) presentando il progetto "il silenzio presenta l'arte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unicredit a Milano accanto ai dipendenti e ai cittadini sordi

MilanoToday è in caricamento