rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
MilanoToday

Viaggio nelle aree giochi di Zona 3

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Un viaggio in quasi 40 aree giochi della Zona 3, realizzato dal Comitato Abruzzi Piccinni, per fare il focus sul livello di imbrattamento e di pulizia, per scoprire quali sono le aree giochi più usate dai senza tetto per dormire di notte o quelle momentaneamente chiuse a causa dei cantieri e tante altri dati sono stati acquisiti attraverso questa analisi. Delle aree giochi analizzate, di cui il 19% sono in all'interno di cortili chiusi, il livello di pulizia è risultato di ottimo livello eccetto l'area giochi di via Boves caratterizzata spesso dalla presenza di residui di bivacchi, bottiglie di birra e anche urina (umana) all'interno delle strutture gioco.

I giochi coperti dell'area giochi di via Morgagni e del Giardino di Sergio Ramelli in via Bronzino vengono spesso usati dai senza tetto come ricovero notturno. L'area giochi invece più assediata all'esterno delle recinzioni, dalle deiezioni canine e è sicuramente il Parco Orso di Benedetto Marcello. Quelli che di notte si trovano nelle zone di prostituzione sono il Parco Orso di Benedetto Marcello e l'area giochi in Piazzale Aspromonte.

A seguito dei lavori per la nuova metropolitana sono state chiuse tre aree giochi lungo l'asse viale Argonne e una area giochi Giardini Falcone per un altro cantiere. Il primato delle aree giochi senza scritte (solo il 5% delle aree osservate sono pulite) spetta per ora ai giardini di Piazza Giolitti e all'area di Largo Porto di Classe . Interessante è l'analisi delle tag sui parchi imbrattati, che risultano essere il 76 % di quelli analizzati, che sempre riflettono la territorialità di nascita delle crew che li hanno sfregiati.

Così troviamo le firme di ZOOR, CEKO, SALP della BSC crew e TFRK crew in zona Bacone e Morgagni e Parco Orso in Benedetto Marcello. WERN della DLR crew in viale Lombardia.I membri della SWE (ESSEVU crew) con PEPETS/PEPETA invece hanno marchiato tutti i parchi della area Feltre. I parchi più imbrattati sono sicuramente il parco dell'Orso in Benedetto Marcello, l'area giochi di via Morgagni e piazzale Bacone dove sui giochi campeggiano anche tag datate 2009 e 2010. Il writer GERS invece è quello che da solo ha fatto scempio dell'area giochi di via Illirico. Ma sicuramente il writer più invasivo che ha lasciato la sua firma in quasi tutti i parchi analizzati della Zona 3 è il pluri-indagato SANKE king della DLR crew (DELIRIUM CREW) una dei writer più seriali del momento del territorio milanese . Non mancano frasi scurrili, soprattutto nei parchi di via Boves e di via Pini.

I giochi più colpiti dalle scritte vandaliche sono le strutture di supporto degli scivoli e le casette sollevate, sicuramente perché sono i giochi con le più vaste strutture piane e che quindi meglio si prestano ad essere imbrattate. "E' importante che i ragazzi si abituino sin da piccoli a vivere in ambienti decorosi per imparare così da subito a rispettare gli spazi comuni delle nostre città" conclude Fabiola Minoletti presidente del comitato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio nelle aree giochi di Zona 3

MilanoToday è in caricamento