Giovedì, 5 Agosto 2021

L'Accademia di Brera nello scalo Farini, dal 2018 i nuovi locali

Gli ex magazzini dello scalo Farini ospiteranno già dal prossimo anno accademico alcune attività dell’Accademia delle Belle Arti di Brera. Il sindaco Giuseppe Sala, il Presidente di FS Sistemi Urbani Carlo De Vito e la Presidente dell’Accademia Livia Pomodoro hanno firmato venerdì 22 dicembre una lettera di intenti che individua questa soluzione per ampliare la ricettività di Brera dato il crescente numero di richieste, gli aspiranti studenti arrivano da tutto il mondo.

Nell’immobile dello scalo Farini si concentreranno progressivamente tutte le funzioni esterne e di laboratorio fino alla creazione di un vero e proprio “Campus delle Arti”.

Contemporaneamente si avvierà l’iter per la definizione del Masterplan che disegnerà l’asset urbanistico definitivo dell’intero scalo Farini. In primavera FS aprirà il bando di concorso che porterà entro settembre alla selezione del progetto, prevedendo di destinare ulteriori spazi all’Accademia di Belle Arti in vista di un più consistente ampliamento delle sue attività.

Il costo dell’operazione si aggira intorno ai 40 milioni di euro, per l’Accademia un investimento importante. L’amministrazione comunale, che non interverrà economicamente, si dice orgogliosa di veder partire questo importante progetto prima della fine del mandato secondo degli step già in parte definiti.

Circa 25 mila metri quadrati funzionali soprattutto alle attività laboratoriali al piano terra, facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici e non lontani dalla sede centrale situata nel Palazzo di Brera. Una grande opportunità che per l’Accademia può significare la svolta.

Si parla di

Video popolari

L'Accademia di Brera nello scalo Farini, dal 2018 i nuovi locali

MilanoToday è in caricamento