Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'arsenale dell'ex imbianchino: 37 armi e un fucile da guerra nascosti nella villetta. Video

 

Eccolo l'arsenale di Antonio Vicino, 68enne di Gela - ma da anni ormai residente a Cinisello Balsamo -, fermato con le accuse di detenzione di arma comune da sparo, detenzione di arma da guerra e detenzione di arma clandestina.

Giovedì pomeriggio gli agenti della VI sezione della Squadra Mobile di Milano hanno sequestrato nella sua villetta trentotto armi - tredici revoler, quindici pistole e dieci armi lunghe - oltre a 3.420 munizioni e alcuni silenziatori.  

La maggior parte delle armi - tra cui un fucile svizzero da guerra lungo un metro - era nascosta sotto la vasca, nel bagno al piano terra. Altre armi - alcune senza matricola, altre con la matricola abrasa - sono poi state trovate in un armadio nella tavernetta. Nell'intercapedine tra due mobili nello studio, invece, gli uomini della Mobile hanno sequestrato 49mila e 500 euro in contanti. 

L'uomo si è difeso dicendo di essere un collezionista, ma la certezza dei poliziotti è che custodisse quelle armi per qualcuno. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento