Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Case popolari, il nuovo sistema di assegnazione scontenta tutti. Accolte solo un terzo delle domande

 

Una legge regionale, la numero 16 del 2016, per un nuovo sistema di assegnazione delle case popolari. E’ già partita la fase di sperimentazione in alcuni comuni lombardi, un criterio nuovo che non soddisfa i sindacati degli inquilini (Sicet-Cisl, Sunia-Cgil, Unione Inquilini) perché lascerebbe fuori davvero tantissimi aventi diritto.

Sono 5 le categorie che ne possono avanzare richiesta: gli over 65, le giovani coppie, le famiglie monoparentali, le famiglie con all’interno un soggetto affetto da handicap, le famiglie indigenti (quelle con un Isee inferiore a 3mila euro) e le famiglie delle forze dell’ordine. Ogni categoria ha riservato una percentuale.

Un nuovo sistema tutto telematico. Si compilano i campi richiesti, si presenta una serie di documenti e poi l'accettazione e l'assegnazione della casa vengono fatte secondo un algoritmo.  

I bacini al momento interessati (la sperimentazione proseguirà fino a maggio) comprendono i comuni di Monza, Brugherio, Villasanta, Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Cinisello Balsamo, Bresso, Cormano e Cusano Milanino.

Qui con il nuovo sistema sono state accolte 702 domane a fronte delle quasi 2.800 con i vecchi bandi comunali, un terzo del reale fabbisogno abitativo dell'area. E le case da assegnare appena 100.

Rimangono poi fuori dalle categorie individuate coloro che hanno ricevuto uno sfratto: col vecchio sistema potevano usufruire delle graduatorie di emergenze, con la nuova legge regionale queste graduatorie non esistono più.

Tutto poi, alla fine, si concretizza nei drammi che le singole famiglie vivono. C’è chi ha perso tutto e non riesce nemmeno a vedersi accolta la domanda, persone che non crediamo siano molto interessate alle leggi, ai cavilli e ai sistemi messi a punto. Forse vorrebbero solo un tetto sotto il quale dormire.

Potrebbe Interessarti

  • Passeggero non vuole il biglietto ma la multa: così la capotreno lo convince a pagare. Video

  • Maxi rissa tra stranieri alla Stazione Centrale: in 20 pestano un ragazzo con pugni e calci

  • Nubifragio nel Milanese: diluvia nel centro commerciale, cascata d'acqua. Video

  • Nubifragio a Milano: la gente passeggia per strada con l'acqua sopra le ginocchia. Video

Torna su
MilanoToday è in caricamento