Venerdì, 17 Settembre 2021

Il ministro Bonafede al carcere di San Vittore: "Il lavoro è l'unico percorso serio e rieducativo"

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede si è recato al carcere di San Vittore dove ha firmato un protocollo di intesa con le più importanti figure istituzionali del territorio lombardo per consentire ai detenuti di inserirsi nel mondo del lavoro attraverso una specifica procedura.

Il progetto denominato “Programma 2121 – Inclusione sociale dei detenuti” è finalizzato a valorizzare, appunto, l’inclusione sociale dei detenuti presenti negli istituti penitenziari della Lombardia attraverso la promozione di inserimenti lavorativi. Il Guardasigilli Bonafede ha spiegato che si tratta di un progetto molto importante perché "l'unico percorso rieducativo serio ed efficace è quello che si fa tramite il lavoro. Il detenuto - ha detto - quando torna nella società, ha così la possibilità di reinserirsi e questo a vantaggio di tutti i cittadini".

Un progetto di prospettiva, innanzitutto perché presto sarà attuato anche in altre regioni e poi perché, ha assicurato Bonafede, "si vuole dare l'occasione di assaporare il gusto del lavoro onesto" facendosi poi trovare pronti quando, scontata la pena, si tornerà in libertà.

Si parla di

Video popolari

Il ministro Bonafede al carcere di San Vittore: "Il lavoro è l'unico percorso serio e rieducativo"

MilanoToday è in caricamento