Rogoredo: il "bosco della droga" ripulito dai migranti

Nell'ambito della venticinquesima edizione di Puliamo il Mondo, oltre 150 volontari hanno ripulito l'area verde di Rogoredo adiacente al parco Cassinis, tristemente conosciuta come il "bosco della droga" e del degrado. Quintali di rifiuti abbandonati sono stati recuperati tra i rovi, gli alberi e le sponde dei laghetti: decine di pneumatici, frigoriferi, televisori, arredi, parti di automobili, scarti di edilizia e poi ancora bottiglie, lattine, giocattoli, elettrodomestici, batterie, materassi, siringhe.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto internazionale Sharing City sulla riqualificazione energetica dei quartieri, in partenariato con il Comune di Milano, in supporto al lavoro di rigenerazione dell'area promosso da Italia Nostra. Presenti l'assessore a Verde e Urbanistica Pierfrancesco Maran, Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia e Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente e Territorio della Camera dei Deputati

Si parla di

Video popolari

Rogoredo: il "bosco della droga" ripulito dai migranti

MilanoToday è in caricamento