rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024

I Carabinieri di Milano che addestrano i cani a riconoscere i positivi al Covid

Secondo i dati forniti finora dall'Arma ci sarebbe una percentuale tra l'80 e il 90% di riconoscimento dei contagiati

Sta ottenendo risultati incoraggianti la sperimentazione tra i Carabinieri e l’Università Statale di Milano per l’utilizzo dei cani del reparto cinofili nell’individuazione dei positivi al Covid-19.

Stando ai dati forniti dall’Arma, i due esemplari utilizzati per la sperimentazione avrebbero infatti raggiunto una percentuale tra l’80 e il 90% di riconoscimento di soggetti positivi, distinguendo con il proprio fiuto tra campioni di sudore prelevati da pazienti con il Covid e pazienti risultati invece negativi al tampone molecolare. I cani molecolari potrebbero in futuro essere impiegati in tutte le aree con grandi assembramenti di persone, come stazioni, aeroporti, grandi eventi.

Video popolari

I Carabinieri di Milano che addestrano i cani a riconoscere i positivi al Covid

MilanoToday è in caricamento