Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Costruita la prima casa stampata in 3D. Si trova in Piazza Beccaria, ecco le immagini

 

Una settimana per la stampa e una settimana per la finitura. In quindici giorni è stata costruita questa casa, 100 metri quadrati, una vera abitazione realizzata con una speciale miscela di polveri cementizie, inerti e leganti che nel tempo può essere demolita, polverizzata e ricostruita con lo stesso identico materiale.

Un ampio soggiorno all’ingresso, ben arredato, di grande impatto. E poi una cucina con la finestra, una camera da letto con un separè per lo spogliatoio. A fianco il bagno, ampio, ben arredato. La luce naturale non manca, le aperture sono presenti in ogni stanza. Non c’è il pavimento, ma questo perché la struttura verrà a breve trasportata nella sede di Bergamo della Italcementi e non è stato dunque necessario realizzarlo. Le variante, però, sono tantissime, come lo stesso architetto Massimiliano Locatelli ci conferma.

Sicurezza sismica e isolamento termico garantiti e testati. Inutile dire che i costi sono nettamente inferiori rispetto alla più comune edilizia, qui siamo intorno ai 7-800 euro al metro quadrato. E poi, per l’estrema rapidità della sua costruzione, questa è una casa che si può utilizzare in tutte le situazioni di massima emergenza, pensiamo alle calamità naturali, e che può davvero contribuire a ridurre drasticamente l’esigenza abitativa in ogni parte del pianeta.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento