Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Consegnati gli Ambrogini 2017, il sindaco: "Milano fa e deve fare largo a tutti"

 

Giovedì 7 dicembre si è svolta al teatro Dal Verme la cerimonia degli Ambrogini d'oro. Il sindaco Beppe Sala ha ricordato che Milano "fa e deve fare largo a tutti, perché se Milano si siede sui suoi successi si sgonfia".

Sono state consegnate 37 civiche benemerenze (15 medaglie d'oro, 20 attestati, una grande medaglia e una alla memoria) con il presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé e tutti i capigruppo dei partiti che hanno deciso le assegnazioni, all'unanimità ma con qualche polemica.

Tra i nomi più importanti premiati quello dell'arcivescovo Angelo Scola, che "ha contribuito con la sua riflessione ad interpretare le paure diffuse e a superarle, fornendo le ragioni per la costruzione di una città più forte e integrata". Dopo aver ricevuto il riconoscimento, il cardinale Scola ha preso la parola, invitato dal sindaco, davanti alla platea del Teatro Dal Verme: "Centinaia di persone meriterebbero la stessa cosa", ha detto l'ex arcivescovo, per questo "concepisco questo premio come dato alla Chiesa di Milano". Una città, secondo Scola, che sta attraversando "una vera rinascita. Dobbiamo continuare a lavorare per questo, nonostante le contraddizioni. La città sta cambiando fino in fondo volto e invito tutti ad aprirci al fascino del futuro che ci attende", ha concluso il cardinale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento