"Quelli del Pride sono disadattati schizoidi": l'intervento omofobo della consigliera scatena il caos

Secondo l'esponente di Forza Italia Antonia Parisotto, eletta a Cesano Boscone (Milano), ci sarebbe un complotto gay per portare avanti un piano contro natura con l'appoggio dei poteri forti

Il Pride è un "raduno per disadattati e schizoidi" e i gay lavorano a un piano segreto per sovvertire la natura con l'aiuto dei poteri forti. Sono solo alcuni stralci dell'intervento omofobo della consigliera comunale di Cesano Boscone (Milano) Antonia Parisotto, esponente di Forza Italia che all'indomani del Pride ha voluto esprimere così il suo dissenso per l'appoggio dato dal sindaco del suo comune alla manifestazione.

Collegata online dal suo studio per la seduta del Consiglio comunale, Parisotto ha iniziato il suo intervento partendo all'attacco dei manifestanti, sostenendo che "una minoranza" avrebbe offeso "i simboli" (religiosi, ndr) "della maggioranza". "Il Pride è una manifestazione squallida che non ha nulla a che fare con la cultura - ha poi rincarato la dose la consigliera - Ci risulta che le aggressioni a persone gay siano pochissime, quindi che bisogno c'è della legge Zan?".

Parisotto espone infine la sua personale teoria complottista su un presunto piano per sovvertire la natura (con l'appoggio dei poteri forti): "La verità è che al fondo di tutto vi è un preciso intento ideologico volto a far sì che la scientificità del dato per cui, in natura, secondo processo binario, vi è maschio e femmina, venga snaturata nella realizzazione di un progetto che va contro l'umano", spiega l'esponente di Forza Italia, scatenando le veementi proteste degli altri consiglieri collegati alla seduta online.

Si parla di

Video popolari

"Quelli del Pride sono disadattati schizoidi": l'intervento omofobo della consigliera scatena il caos

MilanoToday è in caricamento