Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, oltre 5 chili tra hashish e marijuana in casa: trovati grazie ai cani antidroga. Video

Le immagini

 

Un semplice controllo in strada si è trasformato in un arresto, una denuncia e cinque chili di droga tolti dalla 'piazza'. È il risultato portato a termine dai poliziotti delle volanti dell'Upg - Ufficio prevenzione generale - della questura di Milano, che martedì 12 gennaio hanno controllato un ragazzo di 20 anni all'angolo tra via Antonio Mosca e via Felice Casoratti. 

Il giovane, classe '99, è un personaggio già noto ai poliziotti. È fermo accanto a un'auto. Quando vede le divise diventa subito nervoso e si rifiuta di collaborare. Stava messaggiando al cellulare. E proprio nello smartphone, controllato dopo che nel cruscotto gli agenti hanno trovato 5.100 euro in contanti, ci sono dei messaggi che incastrano lui e la sua attività e il suo grossista, per i quale erano destinati i soldi.

I messaggi del telefono però sono il biglietto da visita ad un appartamento di via Vincenzo Bellini, in centro a Milano. Lì vive un 50enne italiano. È lui il grossista, secondo quanto indicato dalla questura, perché in casa ha 5,3 chili di droga. Precisamente 1,12 chilo di hashish, 4,18 chili di marijuana, 140 euro e i bilancini di precisione. Per lui scattano le manette. Tutta la droga è stata poi sequestrata.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento