rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024

Coppia gay aggredita dopo il Pride: "Abbiamo una mano rotta e un trauma cranico"

Il racconto di Augusto e Marco, giovane coppia milanese che ha subito un violento pestaggio aggravato da motivi omofobi la sera del Pride del 27 giugno

"Pestati e insultati perché gay. Ora abbiamo una mano rotta in quattro punti e un trauma cranico, ma ancora non riusciamo a spiegarci il perché". È la terribile testimonianza di Augusto e Marco, giovane coppia gay di Milano che la sera di domenica 27 giugno, a poche ore dal Pride, è stata vittima di una violenta aggressione da parte di uno sconosciuto aggravata da ingiurie a sfondo omofobo.

"Stavamo andando a cena in via Manzoni - racconta Augusto, uno dei due ragazzi - Improvvisamente questo signore ci si è scagliato addosso spingendoci e poi sferrandoci numerosi pugni alla testa. Marco ha riportato un trauma cranico, mentre io ho la mano rotta in quattro punti e mi dovrò probabilmente operare. Non riesco a spiegare, né a capire, cosa possa aver fatto scattare tanta rabbia. Solo l'intervento delle forze dell'ordine ci ha salvato, altrimenti non sappiamo come sarebbe potuta finire questa vicenda. È assurdo che nel 2021 accadano ancora episodi così gravi. Abbiamo deciso di parlarne perché fino a ieri non avremmo mai pensato potesse accadere a noi, e invece... Ora siamo consapevoli che può succedere a chiunque e in qualunque momento".

Video popolari

MilanoToday è in caricamento