Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Blitz dei vegani contro Cruciani: “Sì, sono a favore della caccia, volete uccidermi?”

 

Non si ferma la “guerra” tra Giuseppe Cruciani, giornalista e conduttore de La Zanzara, trasmissione di Radio 24, e il mondo animalista e vegano. 

L’ultimo capitolo della saga è andato in scena martedì sera, quando quattro attivisti delle sigle “Cosmo fruttariano” e “Iene Vegane” hanno condotto un blitz all’interno della sede del Sole 24 ore a Milano insieme ad Alessandra Di Lenge, famosa come la “Vegan warrior”. 

Il gruppetto, una volta all’interno dell’edificio, si è seduto a terra con le gambe incrociate e ha mostrato i cartelli: “5º comandamento non uccidere, vale per tutti”, “Cruciani lottiamo anche per tua figlia” e “Giornalisti prezzolati dite la verità”. 

La colpa di Cruciani, secondo i manifestanti, è stata quella di aver “inneggiato” - questo il termine usato - alla caccia durante una trasmissione radiofonica. Lo stesso conduttore de La Zanzara, dopo circa una decina di minuti di “occupazione” è sceso nella hall della sede del Sole 24 Ore e ha chiesto al gruppetto di andare via. Quindi, mantenendo la calma, ha (ri)sottolineato di essere a favore della caccia e ha chiesto, provocatoriamente, ai manifestanti: “Volete uccidermi?”. 

A mettere fine al blitz è stato l’intervento della polizia, che ha identificato i presenti. 

L'ultima volta che Cruciani era stato contestato dagli animalisti, a marzo scorso, lui si era presentato dai manifestanti "impugnando" un salame, scatenando la reazone del gruppo. 

(I video sono tratti dal canale Youtube Fruttarismo 3M meetup)

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento