Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Abitazione abusiva in zona Ludovico il Moro, il Comune la demolisce

 

È iniziata lunedì 20 novembre la demolizione da parte dell’Amministrazione comunale di un’abitazione abusiva, realizzata da Domenico S. in un’area di proprietà privata in via Andrea Ponti 7, zona Ludovico il Moro.

L’intervento è stato avviato alla presenza dell’Unità centrale informativa della Polizia Locale. Si tratta di una costruzione monopiano di circa 175 mq, il cui abbattimento è stato ordinato più volte negli anni, a partire dal 2003.

L’area si trovava in una situazione di abbandono e sporcizia. La casa, suddivisa in due diversi appartamenti, aveva allacciamenti abusivi alla rete elettrica e alla rete idrica. Era stata realizzata anche una fossa biologica abusiva che scaricava direttamente nel terreno.

Al momento della demolizione, l’edificio era occupato da due famiglie di stranieri, che sono state allontanate dalla Polizia Locale. In particolare, si tratta di una coppia di circa 45 anni e una famiglia composta da cinque persone, di cui due minori, che pagavano a Domenico S. un affitto.

Nel giardino di fronte alla casa, oltre a due roulotte che fungevano da magazzini, sono state ritrovate anche una decina di bombole di gas che saranno ora correttamente smaltite.

I costi dell’intervento, stimati in circa 14.200 euro, saranno addebitati al costruttore, mentre le aree, al termine della demolizione e della pulizia dell’area, saranno riconsegnate alla legittima proprietà, che dovrà predisporre i necessari interventi di recinzione e guardiania per impedire eventuali occupazioni e garantire una sistemazione adeguata sotto il profilo della sicurezza, igienico e del decoro urbano.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento