Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leonardo da Vinci farà tappa a Londra, Parigi e Berlino per promuovere il palinsesto eventi di Milano

 

La National Gallery a Londra (18 gennaio), poi la Gare de Lyon di Parigi (12 febbraio) e infine l'Istituto Italiano di Cultura a Berlino (25 febbraio): tre tappe che nei prossimi due mesi faranno di Leonardo da Vinci l’ambasciatore della cultura italiana e della città di Milano in Europa. Questo sarà il tour di promozione di "Milano e Leonardo 500", il palinsesto di iniziative lungo nove mesi (da maggio 2019 a gennaio 2020) per raccontare, anche grazie alla proiezione in versione cortometraggio del film “Essere Leonardo da Vinci” di Massimiliano Finazzer Flory, la storia di Leonardo Da Vinci, a 500 anni dalla morte.
“L’obiettivo è duplice - ha spiegato l’assessore comunale alla Cultura, Filippo Del Corno, intervenuto alla Fondazione Stelline per annunciare, insieme alla presidente PierCarla Delpiano, le tappe previste dal “viaggio” europeo -: da un lato raccontare come Milano vuole celebrare i 500 anni, dall’altro definire una volta per tutte questo genio come una proprietà di tutta l’Europa e del mondo”. Dopo il tutto esaurito della prima presentazione alla Morgan Library di New York, le aspettative ora sono molto alte e puntano a ripetere il successo che appartiene a tutti e non può essere ingabbiato da una sola identità nazionale”.
Pittore, inventore, appassionato studioso della Natura e dei suoi misteri: la vita di uno dei più grandi artisti italiani del Rinascimento viene trasportata nel quotidiano dalla pellicola da Massimiliano Finazzer Flory. “Portare la biografia e le sue stesse parole nel cinema contemporaneo è una sfida che sarebbe piaciuta anche allo stesso Leonardo. La connessione tra arte e scienza che lui ha proposto è qualcosa di molto attuale, soprattutto oggi", ha concluso.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento