Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le famiglie arcobaleno esistono, il sindaco Sala registra nove bambini figli di mamme: "Sono entrambe genitori"

 

E' stato firmato mercoledì 6 giugno l’atto di nascita di Teresa, venuta al mondo la scorsa domenica, adesso figlia di due mamme, entrambe riconosciute genitori con lo stesso identico valore dinanzi alla legge.

Il sindaco Giuseppe Sala ha scelto una cerimonia pubblica, non a caso, per dare il massimo risalto e per lanciare un segnale chiaro: la Milano dei diritti va avanti per la sua strada nonostante da alcune forze politiche arrivino segnali diversi.

Valentina e Fedya: "Riconosciuta la nostra quotidianità"

Tanta l’emozione dei genitori, sono giornate queste che in qualche modo segnano la storia di un paese, di una cultura, di una nazione. Momenti significativi per tante famiglie, famiglie arcobaleno, dove la omogenitorialità rappresenta il normale modo di amarsi ed essere davvero famiglia.

I due papà genitori: "Non ancora riconosciuti come tali"

Dopo Teresa, figlia di Valentina e Fedya, sono stati registrati altri 8 bambini figli di altrettante coppie di mamme. In qualche caso l’attesa è durata oltre 16 anni, mentre qualcun altro deve ancora aspettare.

“Un risultato importante ma parziale”, sottolinea la Rete Lenford, un’associazione di avvocati che promuove i diritti LGBT. Parziale perché c’è ancora molto da fare, ad esempio, per le famiglie con due papà. La giornata si è conclusa con il taglio della torta: foto ricordo, abbracci, sorrisi. Le famiglie arcobaleno esistono.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento