rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022

Festival della Fotografia etica: a Lodi e Codogno gli scatti che hanno scosso il 2020, da Hong Kong al Covid-19

Fino al 25 ottobre la rassegna con una speciale mostra nei luoghi che per primi sono stati investiti dalla pandemia

Un'edizione più che mai significativa quella del Festival della Fotografia etica di Lodi, che nell'anno funestato dal Covid-19 ha voluto dedicare una speciale sezione di scatti sulla pandemia allestita proprio a Codogno, la piccola cittadina al confine con l'Emilia che per prima è stata investita dal Coronavirus.

"Questa terra è stata colpita molto duramente - spiega il presidente del festival Alberto Prina - Tuttavia abbiamo saputo reagire e trovare una soluzione anche a una cosa incontrollabile come lo è una pandemia. D'altronde il nostro festival si definisce etico proprio perché è da sempre vicino ai temi sociali. Fino al 25 ottobre potrete quindi vedere fotografie che parlano delle rivolte di Hong Kong e degli incendi in Australia e Amazonia, ma anche scatti fatti nelle terre devastate dall'inquinamento e, ovviamente quelli fatti durante il lockdown, con una ben tre mostre dedicate: due a Lodi (quelle su Medici senza frontiere e Croce Rossa) e una nel cortile del Comune di Codogno, dove si possono ammirare alcune delle immagini divenute celebri durante l'epidemia di Coronavirus".

Video popolari

Festival della Fotografia etica: a Lodi e Codogno gli scatti che hanno scosso il 2020, da Hong Kong al Covid-19

MilanoToday è in caricamento