Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Rifiuti non riciclati usati per riempire le fondamenta della stazione di Garbagnate (Milano)

Secondo la Guardia di Finanza un impianto di Como rivendeva scarti edili per usarli in opere di manutenzione pubblica. Quattro indagati per riciclaggio di rifiuti, false fatture e bancarotta fraudolenta

Smaltimento illecito di materiali edili in provincia di Como e Milano dove la Guardia di Finanza e i Carabinieri hanno eseguito 4 misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti indagati per traffico di rifiuti, fatture false e bancarotta fraudolenza nelle province di Como e Milano.

Secondo gli inquirenti il gruppo gestiva un impianto di riciclaggio di scarti edilizi nel Comune di Rovellasca (CO), rifiuti che invece di essere smaltiti a norma di legge erano frantumati in un apposito impianto e poi rivenduti come nuovo materiale da costruzione privo, tuttavia, delle necessarie certificazioni.

Sempre secondo gli investigatori parte di quel materiale sarebbe stato utilizzato per lavori di "attestamento" ai basamenti nella stazione del passante ferroviario di Garbagnate milanese, per interventi di adeguamento nell’area del parco Sud Milano e per alcune opere private nel comune di Ceriano Laghetto, sempre in provincia di Milano.

Video popolari

Rifiuti non riciclati usati per riempire le fondamenta della stazione di Garbagnate (Milano)

MilanoToday è in caricamento