rotate-mobile

Milano, rapinata e picchiata sulla 91 mentre va nella Rsa dove fa l'OSS: lo sfogo

La donna, con addosso ancora i segni visibili dell'aggressione, ha pubblicato un video per ringraziare i molti utenti che le hanno dimostrato solidarietà

"Come mi sento? Non lo so descrivere come mi sento. So solo che vi sento vicino, vi ringrazio per il vostro affetto e spero che al più presto venga fatta giustizia". A dirlo è l'operatrice socio sanitaria che domenica 3 gennaio è stata selvaggiamente picchiata da un rapinatore mentre andava a lavorare in una Rsa. Lo sfogo arriva in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook a quattro giorni di distanza della mattina dell'aggressione, avvenuta sulla linea 91 del filobus Atm. Parole che conferma poco dopo a MilanoToday: «Non riesco a descrivere il mio stato d'animo e fisico. Mi sento sempre le sue mani addosso. Ho dei dolori atroci al ginocchio e al collo».

"Dimenticare è molto difficile, mi auguro che almeno venga fatta giustizia, stavo solo andando a lavorare - denuncia l'OSS - Ho avuto una paura tremenda, ho cercato di difendermi ma lui era più forte di me. Non si può avere paura di prendere un autobus per andare a lavorare. Non si può, non si può vivere nel terrore. Spero solo che vi prendano e vi facciano marcire in carcere".

Video popolari

Milano, rapinata e picchiata sulla 91 mentre va nella Rsa dove fa l'OSS: lo sfogo

MilanoToday è in caricamento