Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Flash mob in piazza Duomo, protestano gli insegnanti diplomati esclusi dalle graduatorie

 

Tanti maestri e maestre diplomati magistrali con genitori e bambini insieme ad altri insegnanti di ogni ordine e grado, di ruolo e precari, si sono ritrovati in via dei Mercanti a Milano per “costruire” la vera buona scuola.

"Una scuola che assuma i suoi insegnanti e non li sfrutti con decenni di precarietà licenziandoli quando fa comodo" - hanno detto -  una scuola che garantisca la continuità didattica, dove i docenti possano lavorare fianco a fianco serenamente senza gareggiare per prendere buoni di merito. Una scuola dove si insegni davvero e dove non si mandino i ragazzi a farsi sfruttare dalle aziende, una scuola dove il preside faccia il preside e non il dirigente d’azienda che si “sceglie la squadra” e può multare gli insegnanti".

Il flash mob di domenica 21 gennaio segue la più corposa protesta di venerdì 19 quando un lungo corteo partito da piazza San Babila è giunto sotto la Prefettura per chiedere alla politica un rapido e immediato intervento.

Lo scorso dicembre, contraddicendo numerose sentenze, l'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato  ha stabilito che gli insegnanti in possesso di un diploma magistrale conseguito entro l'anno 2001/2002 non potranno essere inseriti nella graduatoria ad esaurimento, quella che consente poi l’accesso al ruolo, ma soltanto nelle graduatorie di istituto, quelle utilizzate per le supplenze annuali e temporanee.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento