Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In fuga dai Carabinieri lanciano la refurtiva dal furgone: l'inseguimento sulla tangenziale est di Milano

Il gruppo composto da quattro uomini di etnia rom aveva messo a segno quattro colpi in capannoni industriali di Nova Milanese, Seveso e Cesano Maderno

 

È finito così l’ennesimo colpo di una banda di etnia rom dedita ai furti in azienda, che colta con le mani nel sacco dai Carabinieri ha dato il via a un inseguimento da film con tanto di lancio della refurtiva dal retro del furgone lungo la tangenziale Milano. Secondo quanto scoperto dai militari di Monza e Vimercate, il gruppo aveva messo a segno 4 furti in aziende meccaniche di Nova Milanese, Seveso e Cesano Maderno, irrompendo con un mezzo che faceva da ariete e sfondava i cancelli dei capannoni.

Quattro furti in un giorno: presa la banda delle 'spaccate'

Ed è proprio durante l’ennesima rapina che i malviventi sono stati colti in flagrante da una pattuglia dei Carabinieri di Arcore, iniziando un inseguimento di 20 Km sulla tangenziale est di Milano fino al campo rom di via Bonfadini, dove poi i membri della banda si sono dati alla fuga a piedi abbandonando il furgone con la refurtiva. I militari li hanno infine rintracciati in alcuni camper parcheggiati presso il centro sportivo Saini, in zona Forlanini, e nei paraggi dell’Ortomercato. Sei le persone arrestate per i furti alle aziende, avvenuti tutti in un solo giorno.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento