Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, lo chef La Mantia chiuderà il suo ristorante: "La crisi post Covid colpisce anche i grandi brand"

Il noto locale "Oste e cuoco" in piazza Risorgimento abbasserà la serranda a fine anno. Il ristoratore siciliano: "Resterò, ma con un progetto più piccolo"

 

La crisi economica che è seguita alla Pandemia di Coronavirus colpisce anche i grandi brand di Milano, e così, dopo lo stillicidio di piccoli ristoratori costretti ad abbassare per sempre la serranda, ora anche il noto chef Filippo La Mantia annuncia che a fine anno chiuderà il suo celebre locale "Oste e cuoco", in piazza Risorgimento, a causa dell'affitto troppo alto.

"Ventotto mila euro al mese di pigione purtroppo sono troppi anche per me - spiega La Mantia ai microfoni di Milano Today - Non lascerò Milano, ma la crisi purtroppo mi costringe a ridimensionare il mio progetto. Aprirò un nuovo locale, più piccolo, entro i prossimi due anni, nonostante dispiaccia dover abbandonare un posto che mi ha regalato tante soddisfazioni".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento