Mercoledì, 28 Luglio 2021

Milano, "Mai più consegne senza diritti": fattorini in presidio davanti a Palazzo Marino

"Consegnare cibo è un lavoro", "Mai più consegne senza diritti" e ancora: "Siamo lavoratori, non schiavi". Sono alcuni degli slogan che nel pomeriggio di mercoledì 23 maggio sono stati scanditi in Piazza della Scala a Milano, davanti a Palazzo Marino: sede del comune di Milano. In piazza alcune decine di fattorini delle aziende di "delivery": ragazzi che ogni giorno, a ogni ora, corrono da un capo all'altro della città per consegnare pasti a domicilio. 

La manifestazione è stata indetta dopo l'incidente in via Montegani a Milano che, giovedì 17 maggio, è costato l'amputazione della gamba destra a Francesco Iennaco, fattorino di Just Eat che era in servizio.

Le richieste dei fattorini

I rider chiedono un tavolo sulla sicurezza, di uscire dal sistema del cottimo e di avere contratti regolari, oltre a "ferie retribuite e assicurazioni". Non solo: chiedono anche "di uscire dal meccanismo del ranking per cui ha più punti chi fa più consegne". L'ultima richiesta? "Avere un monte ore base e uno stipendio fisso". E chiedono al Comune di fare da mediatore.

Lo sciopero

Nel frattempo la Filta (Federazione italiana lavoratori trasporti) Cgil Milano Lombardia, per la giornata di venerdì 25 maggio, ha proclamato lo sciopero di "tutti i lavoratori che consegnano merce e cibo mediante l’utilizzo di cicli e motocicli indipendentemente dalla forma contrattuale che li riguarda". 

Si parla di

Video popolari

Milano, "Mai più consegne senza diritti": fattorini in presidio davanti a Palazzo Marino

MilanoToday è in caricamento