Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, l'appello dei centri sociali al Comune: "Stop sgomberi, siamo una risorsa per i quartieri". Video

Rimake, Torchiera, Macao, Lambretta e Zam manifestano davanti al Comune: "Siamo un valore per la città, anche se non creiamo profitto"

 

"Milano non si vende, la cura siamo noi". Con questo slogan i centri sociali della città sono scesi uniti in piazza sabato 6 febbraio, organizzando una conferenza stampa davanti al Comune per chiedere lo stop agli sgomberi degli spazi occupati e il riconoscimento del valore sociale dimostrato in questi anni, ma soprattutto durante la pandemia, dalle realtà autogestite.

A chiedere un'apertura al dialogo da parte del Comune sono Rimake, Lambretta, Zam, Cascina Torchiera e Macao, al centro di alcune manifestazioni d'interesse da parte di privati che sono tuttavia finora state rifiutate dall'Amministrazione. "È un segnale incoraggiante - spiegano i manifestanti - Tuttavia ci sono in atto procedure di sgombero per realtà come Rimake e Macao. Si tratta di posti che sono stati salvati dall'abbandono creando cultura, mutualismo e solidarietà di quartiere. Anche se non si tratta di strutture che generano un profitto, ne rivendichiamo l'alto valore sociale e culturale per l'intera città. Chiediamo che lo faccia anche il sindaco".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento