Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La storia deve insegnare, anche gli errori": Diana De Marchi contro la rimozione della statua di Montanelli

La presidente della commissione Pari opportunità del Comune di Milano spiega perché la scultura che raffigura il giornalista non va tolta

 

"La storia deve insegnare, è scorretto rimuovere degli episodi solo perché rappresentano comportamenti sbagliati come quello di Montanelli". A dirlo è la presidente della commissione Pari opportunità del Comune di Milano Diana De Marchi, che in collegamento Skype con Milano Today dice la sua sulla rovente polemica riguardo alla sposa bambina con la quale il giornalistà ebbe rapporti sessuali durante l'invasione fascista dell'Abissinia.

"La rivendicazione dei Sentinelli contro Montanelli è sacrosanta - spiega De Marchi - Tuttavia non penso che atti come quello dell'imbrattamento possano servire a costruire un dibattito positivo sull'argomento dei diritti delle donne. Personalmente lascerei la statua dove si trova, perché la storia deve insegnare, anche quando è specchio di comportamenti aberranti come quello del giornalista. Preferirei piuttosto che nella città di Milano si erigessero più statue di personaggi femminili, perché la nostra città è un po' povera su questo fronte"

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento