Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Niguarda, l'allarme degli infermieri dalla terapia intensiva Covid 'Rossini': "Qui mancano già gli OSS"

All'ospedale milanese il sindacato Fials denuncia carenza di personale per i turni e contro soffitti che cadono dai tetti dei reparti

 

La terapia intensiva Covid è già in emergenza. L'allarme arriva dagli infermieri iscrtitti al sindacato Fials del reparto "Rossini" dell'ospedale Niguarda di Milano, secondo i quali nel presidio ospedaliero ci sarebbe una forte carenza di OSS e personale. Non solo. Secondo quando raccontato a Milano Today dagli infermieri, in alcune aree dell'ospedale ci sarebbero anche parti di contro soffitti che cadono dal tetto.

"Il normale rapporto tra infermieri e ricoverati Covid dovrebbe essere di 1 a 2. Oggi siamo già a un rapporto di 1 a 4/5 - spiega Pellegrino Coretti, della segretaria aziendale Fials Asst Niguarda - Stiamo rivivendo quel che è accaduto in primavera, o forse anche peggio, perché oltre ai pazienti adesso ci sono molti più infermieri contagiati e i turni in reparto non si riescono a coprire. Nonostante questo l'azienda ospedaliera sta facendo tutto il possibile per contenere questa seconda ondata, offrendo tutti i posti letto che ci sono a disposizione. Speriamo che con il nuovo concorso, arrivino presto nuovi OSS e infermier".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento