Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, il racconto delle due nonne in lista per il vaccino Covid: "È la fine di un doloroso isolamento". Video

Noemi ed Elisa raccontano con il nipote Simone i lunghi giorni del lockdown, tra paure e speranze per il futuro

 

Noemi ed Elisa sono due nonne milanesi over 80 che stanno per ricevere il vaccino contro il Covid-19. Insieme al nipote Simone ci raccontano il lungo e doloroso isolamento che hanno vissuto in tutti questi mesi di pandemia, lontano da parenti, amici e quotidianità. Per farsi che coraggio a vicenda durante il lockdown hanno iniziato a videochiamandosi su Whatsapp, Elisa dalla casa di Lainate in cui vive con il nipote, e Noemi dal suo appartamento a Milano.

"È stato brutto - spiega Elisa - Noi che abbiamo vissuto la guerra possiamo dire che l'Italia oggi si trova in una situazione molto simile. Per questo il nostro pensiero è rivolto soprattutto ai giovani. Il vaccino, per noi, è un sollievo non solo perché mette al sicuro gli anziani, ma perché immunizza i ragazzi e le ragazze, che rappresentano la nostra speranza per il futuro". 

"Stare chiuse in casa è stato davvero faticoso - racconta Noemi collegata in videochiamata - Ho persino iniziato a prendere degli ansiolitici. Quello che ti rende più sofferente è sicuramente la mancanza della socialità. Io andavo in palestra due volte alla settimana, avevo molti amici con i quali ogni giorno parlavo e passavo il tempo. Ora invece posso solo andare a fare la spesa da sola, perché mio marito è a rischio avendo avuto patologie pregresse. Speriamo che il vaccino finalmente ci restituisca la libertà".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento