Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Flessibile e fumogeni, un gruppo di studenti occupa un edificio sui Navigli a Milano | VIDEO

 

È durata due giorni la nuova occupazione dello “Zip - Ex asilo occupato”, che sabato aveva preso possesso di un edificio abbandonato - una vecchia carrozzeria - in via Pastorelli 13, zona Navigli a Milano. Lunedì mattina, infatti, la Digos e la polizia hanno sgomberato la struttura, che è stata nuovamente chiusa e sigillata. 

I ragazzi, una ottantina in tutto, erano entrati nell’ex carrozzeria sabato pomeriggio, riuscendo a tagliare la catena e il lucchetto che tenevano chiusi il cancello. Da subito, i giovani - tutti della Rete studenti Milano - si erano messi al lavoro per mettere a posto la struttura e domenica avevano pubblicato alcuni immagini su Facebook dei lavori in corso. 

“Zip is back”, avevano scritto gli stessi ragazzi, che - ad agosto scordo - erano già stati sgomberati da uno spazio occupato in via San Calocero. Lunedì mattina, però, sono arrivati nuovamente gli agenti a “spezzare” ogni nuovo progetto di occupazione. 

“Nello spazio, al momento dell’arrivo delle forze dell’ordine - ha raccontato lo stesso Zip su Facebook - non era presente nessuno poiché tutti i ragazzi e tutte le ragazze si trovano ora a scuola. A novembre, come ad agosto, la risposta indirizzata verso chi tenta di dare una funzione sociale ad un luogo che, altrimenti, rimarrebbe in stato di abbandono non muta: sgombero”.
 
“L’ennesimo atto repressivo, però, non ci renderà meno determinati e non arresterà il nostro desiderio di costituire zone di libertà, di confronto e scambio che cerchino di contrastare il progressivo tentativo di appiattimento del tessuto sociale e il conseguente grigiore metropolitano. Quella Zip - hanno rivendicato i ragazzi -, fatta di partecipazione e della più vivida aspirazione nel modificare lo stato delle cose, che abbiamo aperto lo scorso Dicembre non è stata chiusa”. 

“Troveremo sicuramente - la promessa finale - uno spazio dove poter mettere in capo tutto ciò che abbiamo intenzione di fare”. 

Foto e video di Milano inMovimento

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento