Associazione a delinquere, in manette professionisti e colletti bianchi: 21 arresti, sequestrato un hotel a Milano

Gli uomini della Guardia di Finanza di Monza hanno portato a termine l'operazione "Domus Aurea" eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP della locale procura nei confronti di 30 persone, 21 delle quali arrestate (9 in carcere e 12 ai domiciliari), con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata a reati tributari e fallimentari, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e corruzione.

Al centro dell'indagine le società riconducibili all'imprenditore edile vimercatese, con origini calabresi, Giuseppe Malaspina. Secondo l'accusa, le "distrazioni patrimoniali" ammonterebbero a 234 milioni di euro e sarebbero state utilizzate fatture per operazioni inesistenti per 95 milioni. L'inchiesta è partita da un esposto presentato in procura nel 2014 da una lista di opposizione del Comune di Correzzana, in provincia di Monza-Brianza, nei confronti del sindaco Marco Corbetta, per il quale la procura ipotizza un reato (corruzione) prescritto nel frattempo, risalente al 2010.

Il blitz ha riguardato avvocati, ingegneri, architetti e anche un ex magistrato. Gli arresti sono stati effettuati in varie province: Milano, Monza-Brianza, Lecco, Bologna, Asti e Reggio Calabria. Tra gli immobili sequestrati, oltre al palazzo dell'ex hotel Gritti di Milano (piazza di Santa Maria Beltrade), anche un hotel di lusso a Venezia e un maneggio brianzolo.

Si parla di

Video popolari

Associazione a delinquere, in manette professionisti e colletti bianchi: 21 arresti, sequestrato un hotel a Milano

MilanoToday è in caricamento