Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scuola, la rabbia degli studenti di Milano nel giorno della mancata riapertura delle scuole

Gli alunni della piattaforma "No Dad"hanno manifestato nel giorno in cui sarebbero dovuti tornare in classe per riprendere le lezioni in presenza

 

Hanno occupato simbolicamente la sede del Miur, il ministero dell'Istruzione, protestando per l'ennesimo rinvio delle lezioni in presenza proprio nel giorno in cui sarebbero dovuti tornare in classe. Protagonisti del gesto gli studenti della piattaforma "No Dad", che all'alba di giovedì 7 gennaio hanno manifestato il proprio dissenso verso il nuovo slittamento della data di rientro negli istituti scolastici.

"Siamo convinti che il governo e, in particolare il Ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina, sia inadeguato e incapace di risolvere i problemi dell'Istruzione italiana - spiegano gli studenti in un comunicato stampa - Le scelte sul tema della scuola, prese dal governo Conte da marzo ad oggi, hanno condannato l’istruzione pubblica a uno stato di isolamento, disorganizzazione e continua incertezza. Misure inefficaci, scarse risorse e incapacità di risolvere le problematiche dei luoghi di formazione hanno rivelato un disinteresse politico verso un settore fondamentale come quello dell'istruzione. Abbiamo visto per mesi centri commerciali e negozi aperti, mentre le nostre scuole restavano più chiuse che aperte. Siamo stati abbandonati".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento