rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022

Milano, costringevano i connazionali a fare l'elemosina per poi prendere i soldi con botte e minacce. Video

Nei guai una madre e un figlio che tenevano sotto ricatto un gruppo di stranieri di origine bulgare ai quali avevano sottratto i documenti

Sottraevano i documenti ai connazionali costringendoli a fare l’elemosina in piazzale Dateo per poi prendersi “l’incasso” sotto la minaccia di violente percosse qualora si fossero ribellati.

Protagonisti della vicenda una madre e un figlio di origine bulgara, ora indagati con la pesantissima accusa di riduzione in schiavitù. I due sono stati fermati dalla Polizia di Stato del commissariato Monforte Vittoria e ora si trovano in custodia nel carcere di S. Vittore.

Video popolari

Milano, costringevano i connazionali a fare l'elemosina per poi prendere i soldi con botte e minacce. Video

MilanoToday è in caricamento