Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, costringevano i connazionali a fare l'elemosina per poi prendere i soldi con botte e minacce. Video

Nei guai una madre e un figlio che tenevano sotto ricatto un gruppo di stranieri di origine bulgare ai quali avevano sottratto i documenti

 

Sottraevano i documenti ai connazionali costringendoli a fare l’elemosina in piazzale Dateo per poi prendersi “l’incasso” sotto la minaccia di violente percosse qualora si fossero ribellati.

Protagonisti della vicenda una madre e un figlio di origine bulgara, ora indagati con la pesantissima accusa di riduzione in schiavitù. I due sono stati fermati dalla Polizia di Stato del commissariato Monforte Vittoria e ora si trovano in custodia nel carcere di S. Vittore.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento