Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, alla festa per i profughi il rapper canta: "Sbirro muori ammazzato, stronzo" (video Ilcomizio.it)

 

“Sbirro di confine muori ammazzato, stronzo”. Parole e testo di un rap cantato da un ragazzo (sopra nel video de IlComizio.it, rilanciato da Matteo Salvini) - che si definisce da solo “mezzo marocchino cresciuto al Giambellino” - durante la festa andata in scena il primo novembre scorso fuori dalla caserma Montello per dare il benvenuto ai profughi che saranno ospitati nella struttura fino al 2027

A rilanciare il video, sabato mattina, è stato Matteo Salvini che si è limitato al commento: “Così alla festa ‘solidale’ pro clandestini organizzata a Milano con adesione di Anpi, Arci, Emergency e tanti ‘bravi ragazzi’ di sinistra”. 

Dopo l’inizio, evidentemente pesante, il rapper continua: “Non voglio vivere così in un quartiere tutto militarizzato, in mezzo ai confini sbirri coi fucili pronti a sparare al tipo che ha attraversato. Io non voglio prendermela con chi mi sta di fronte, ma con chi gli dà uno stipendio. Vestiti col doppio petto potevano sistemare i ragazzi nel ghetto”. 

Proprio quella festa, che aveva dimostrato il grande cuore di Milano in tema di accoglienza, nei giorni scorsi era stata ripresa anche dai giornali stranieri, Washington Post su tutti, che avevano fatto i complimenti alla città
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento