Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Blitz armato al supermercato, rapinatore spara e colpisce una bambina e una guardia giurata: il video

L'autore della rapina è stato arrestato dai carabinieri poche ore dopo il fatto, si tratta di un uomo di 64 anni (incensurato)

 

"Sono in crisi economica, ho problemi di soldi". Ha tentato di giustificarsi con queste parole il 64enne che nel pomeriggio di venerdì 24 luglio ha rapinato un supermercato di Cormano, colpo al termine del quale ha sparato a terra due colpi di pistola che hanno raggiunto una guardia giurata di 46 anni e una bimba di 4.

Nelle scorse ore la piccola è stata operata: i medici gli hanno estratto alcuni frammenti che le si erano conficcati nel polpaccio. Le sue condizioni non sarebbero gravi. Il rapinatore, un operaio saltuario, incensurato, si trova in carcere, è accusato di porto abusivo di arma clandestina e duplice tanto omicidio. Gli investigatori sono arrivati a lui grazie alle telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso parte della targa del suo Fiat Doblò.

Davanti ai carabinieri il 64enne ha ammesso le sue colpe spiegando che le sue condizioni economiche sono drammaticamente peggiorate in seguito al lockdown. Gli investigatori della compagnia di Sesto, guidati dal maggiore Saverio Sica, stanno ora indagando per capire dove abbia preso la pistola che ha usato durante il colpo: una Smith & Wesson calibro 38 con matricola abrasa; pistola che sul mercato delle armi clandestine può costare fino a 5mila euro.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento