Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Mi servono due uomini, gente pratica": le intercettazioni della banda che rapinava filiali Ubi Banca

In manette cinque complici che facevano la spola tra Palermo e Milano per svaligiare gli sportelli dell'istituto bancario nel capoluogo lombardo

 

"Mi servono due uomini, gente pratica. Fammi sapere per le parrucche, così andiamo a colpo sicuro". Sono alcune delle intercettazioni telefoniche tra i 5 complici di una banda che tra il 31 maggio e il 7 agosto 2019 ha messo a segno 4 rapine (di cui una fallita) in altrettante filiali di Ubi Banca a Milano. I cinque, tutti cittadini italiani residenti a Palermo, facevano la sola dalla Sicilia fino al capoluogo lombardo organizzando colpi che gli avevano fruttato circa 300mila euro.

A smantellare l'organizzazione il lavoro d'indagine della 'Mobile' di Milano, che sotto la guida del dirigente Marco Calì hanno 'sorvegliato' la banda intercettando le conversazioni per successive rapine che i cinque avevano in programma. A tradire i malviventi il covo della cosiddetta 'mente' del gruppo, che aveva affittato un appartamento a Rozzano nel quale ospitava di volta in volta i complici in arrivo da Palermo per le rapine. Particolare anche il modus operandi: i 5 entravano con parrucche e colla super attack sui polpastrelli (per evitare di lasciare impronte), prendendo in ostaggio clienti e impiegati il tempo necessario all'apertura temporizzata dei caveau, che poi ripulivano.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento